Magazine

Robert Pattinson: 3 curiosità sul divo

Robert Pattinson
Foto: Wikipedia

Raggiungere un successo planetario e poi lottare per svincolarsi dai ruoli che lo hanno reso celebre. Questa è stata la sfida di Robert Pattinson negli ultimi anni. Sfida, oggi possiamo dirlo, ampiamente superata dall’ex vampiro di Twilight e idolo delle teenager. Per Robert, tuttavia, la strada appariva già tracciata. Sembrava destinato a recitare il ruolo del bel tenebroso a vita nei blockbuster dai budget illimitati. L’attore però si è rifiutato di accontentare le masse e ha preferito dar vita a una carriera diversa, scegliendo con cura le pellicole nelle quali recitare e lavorando con registi del calibro di David Cronenberg, Werner Herzog, Claire Denis e Christopher Nolan, solo per citarne alcuni. Da protagonista del mainstream, a vero e proprio outsider del cinema americano, Robert Pattinson nel giro di qualche anno ha zittito tutti coloro che lo davano per fenomeno passeggero, mostrando doti da grande interprete e tenendo al sicuro il più possibile la propria vita privata. A causa della sua riservatezza, infatti, si sa molto poco su di lui, motivo per cui abbiamo pensato di parlarti delle 3 curiosità sul divo più timido e schivo che ci sia a Hollywood.

Un tipo tutt’altro che pieno di sè

In un’intervista al The Guardian, Robert Pattinson ha confessato di aver avuto egli stesso parecchi dubbi riguardo al proprio talento. Nella stessa intervista, l’attore si è definito anche un catastrofista. Ha detto di prefigurarsi sempre il peggiore tra gli scenari possibile in ogni situazione, in modo da sentirsi già pronto qualora esso dovesse effettivamente verificarsi. Di certo, in quanto a sicurezza di sè, non deve averlo aiutato l’episodio della première del film Vanity Fair, quando scopri di essere stato tagliato da tutte le scene. Pare che la direttrice del cast si sia sentita talmente in colpa, da compensare considerandolo prima scelta per la parte di Cedric Diggory in Harry Potter.

Da Twilight a Tenet

Robert non ha mai fatto mistero di non essere un grande fan della saga che l’ha reso celebre, ovvero quella di Twilight, come ha egli stesso ha dichiarato in un’intervista a Vanity Fair.

Nel corso degli anni, però, Robert ha fatto pace con quel ruolo al quale oggi guarda con tenerezza. È arrivato addirittura ad affermare che non è stato poi così male e che Edward Cullen nella vita reale sarebbe senza dubbio stato un killer.

Ma se l’esperienza sul set della saga di vampiri più famosa al mondo è stata piacevole, quella con Nolan sul set di Tenet lo ha segnato particolarmente. Lo stesso Robert ha tra l’altro dichiarato di non aver compreso in pieno la trama e il significato del film, ironizzando sulle polemiche che si sono susseguite dopo l’uscita della pellicola

Il più sexy al mondo

C’è voluta una ricerca scientifica, il cui studio si è basato su criteri ben precisi, come i criteri di bellezza dell’Antica Grecia. La scienza si è avvalsa della tecnica della mappatura computerizzata per stabilire che Robert, grazie a dei lineamenti del viso armoniosi e spigolosi al punto giusto, fosse l’uomo più sexy al mondo, con buona pace dei vari Brad Pitt e George Clooney. Che Pattinson fosse molto bello lo aveva capito anche una sua stalker che iniziò a tormentarlo ai tempi dell’uscita di Twilight. Il bello fu che Robert per liberarsene non andò dalla polizia a denunciarla, ma pensò addirittura di invitarla a cena. La strategia ha funzionato perché, come raccontato dallo stesso attore, dopo averle elencato tutti i suoi problemi, la ragazza è sparita e non si è fatta più vedere!

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog