Magazine

Raffaella Carrà: 3 curiosità che non conoscevi

Raffaella Carrà
Foto: Wikipedia

Raffaella Carrà è stata una delle più importanti soubrette, cantanti, ballerine e conduttrici televisive che abbia avuto la TV italiana. Oltre che in Italia ha avuto successo all’estero, al punto da essere definita la regina della televisione. Ha iniziato ad essere presente nei palinsesti televisivi negli anni ’60 e c’è rimasta fino al 2021, anno della sua scomparsa.

Il nome d’arte Carrà

Raffaella Maria Roberta Pelloni è nata a Bologna il 18 giugno 1943 ed è morta a Roma il 5 luglio 2021. È stata un’icona della televisione italiana ed ha avuto molto successo anche in Spagna e in America Latina. Durante la sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi e nell’autunno del 2020 il quotidiano britannico The Guardian l’ha incoronata sex symbol europeo.

Agli inizi della carriera Raffaella ha cambiato il suo cognome in Carrà grazie al suggerimento di un produttore che l’ha collegato a quello degli artisti Carlo Carrà e Raffaello Sanzio. Negli anni ’60 Raffaella Carrà ha partecipato anche ad un provino per il film di Vittorio De Sica La Ciociara come figlia di Sofia Loren, ma venne scartata perché era troppo grande. Raffaella Carrà non ha mai avuto molto successo come attrice e all’inizio degli anni ’70 ha deciso di abbandonare la recitazione per dedicarsi alla carriera di soubrette e cantante.

Il primo successo televisivo è arrivato durante la stagione 1969-1970 con lo spettacolo Io, Agata e tu e nello stesso anno Raffaella Carrà diede scandalo mostrando l’ombelico nella sigla di apertura Ma che musica maestro del programma Canzonissima a fianco di Corrado. La canzone è stata uno straordinario successo ed ha raggiunto le 200.000 copie vendute.

L’amicizia-amore con Sergio Japino

Raffaella Carrà è stata legata per oltre 10 anni a Gianni Boncompagni, sia dal punto di vista professionale che sentimentale. È stato l’autore dei suoi più grandi successi musicali e televisivi ed ha condiviso la vita con la cantante sino a quando lei ha incontrato Sergio Japino. Japino ha intrapreso la carriera televisiva negli anni ’80 come coreografo per due trasmissioni di Raffaella Carrà, Pronto Raffaella e Fantastico tre.

Da lì è iniziato un sodalizio artistico che si è concretizzato con varie trasmissioni televisive ed anche una storia d’amore che è terminata negli anni ’90. La relazione è continuata dal punto di vista professionale, al punto che i due sono diventati ottimi amici. È stato proprio Sergio Japino a dare l’annuncio della morte di Raffaella Carrà ai media con parole piene di affetto e stima.

Dopo essere stato suo partner di lavoro e compagno di vita è diventato il suo migliore amico. Era in prima fila ai funerali di Raffaella e nel carro funebre che ha accompagnato la salma in giro per Roma presso le sedi Rai dove sono andati in onda i suoi più grandi successi. Raffaella Carrà è stata cremata e, dopo la benedizione a San Giovanni Rotondo, la salma è stata tumulata a Porto Santo Stefano nei pressi del Monte Argentario dove l’artista ha avuto una villa alla quale era molto legata.

Gli amori di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà non ha mai avuto figli, ma ne ha adottati diversi a distanza. Oltre ai due grandi amori della sua vita dei quale abbiamo appena parlato ha avuto diversi flirt, più o meno ufficiali. In gioventù è stata legata per otto anni al calciatore della Juventus Gino Stacchini ed ha avuto una storia anche con Little Tony. Ha recitato insieme a Frank Sinatra nel film Il colonnello Von Ryan e sembra che il grande attore le abbia fatto la corte.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog