Magazine

Michelle Obama: 5 curiosità sull’ex first lady

Michelle Obama
Foto: Wikipedia

Michelle Obama è un avvocato statunitense, ex first lady americana durante la presidenza di Barack Obama dal 2009 al 2017. Nasce a Chicago il 17 gennaio 1964, figlia di Marian Shields Robinson (segretaria dello Spiegel Catalog Store) e Fraser Robinson (impiegato comunale). Dopo il diploma ottenuto nella sua città natale, Michelle si laurea alla Princeston University e alla Harvard Law School, due scuole molto prestigiose negli USA.

Inizia la sua carriera professionale come avvocato associato alla Sidley Austin, dove incontra per la prima volta Barack Obama in occasione di un pranzo di lavoro. Il matrimonio tra i due risale al 1992, dal quale sono nate le figlie Malia Ann e Natasha. Un anno dopo le nozze con il marito, futuro Presidente degli Stati Uniti d’America, Michelle Obama ottenne la carica di direttore esecutivo dell’organizzazione non-profit Public Allies.

Negli anni successivi, complice anche l’ascesa politica di Obama, Michelle entra a far parte della cultura popolare, divenendo una delle principali donne ispiratrici in tutto il mondo (titolo assegnatole dalla rivista Essence nel 2006). Già prima ancora di diventare First Lady, giornali e mass media concordavano come fosse la candidata perfetta grazie alla sua innata eleganza. Prima di iniziare a vivere nella Casa Bianca per otto lunghi anni, Michelle Obama ricoprì l’incarico di vice presidente della Community and External Affairs presso la University of Chicago Hospitals.

1. Il primo appuntamento

Le biografie internazionali di Michelle Obama raccontano un curioso aneddoto. Dopo il pranzo di lavoro nel quale conobbe quello che poi sarebbe diventato suo marito (e non solo), Michelle e Barack Obama scelsero per il loro primo appuntamento di vedere il film Do the Right Thing (in italiano Fai la cosa giusta), pellicola del regista statunitense Spike Lee.

2. Fedele alle origini

Prima ancora che l’uomo della sua vita diventasse il Presidente degli Stati Uniti d’America, ci fu la sua elezione come senatore. Michelle, insieme al resto della famiglia, in quell’occasione prese una decisione atipica, se confrontata con quella degli altri: infatti, anziché trasferirsi a Washington, scelse di restare fedele alle sue origini mantenendo la propria residenza a Chicago, laddove era nata e le sue figlie stavano crescendo.

3. Un fratello allenatore di basket

In più di un’occasione abbiamo avuto modo di apprezzare Barack Obama come giocatore di pallacanestro. Non che questo sia strano in America, dove il basket è lo sport principale insieme al football. È però quasi certo che a dargli qualche lezione sia stato anche il fratello di Michelle, vale a dire Craig Robinson, coach della squadra di pallacanestro della Oregon State University.

4. Prima la famiglia

In qualità di moglie del candidato alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, Michelle Obama non ha potuto sottrarsi a prendere parte alla campagna elettorale. Lo ha però fatto mettendo davanti sempre la famiglia, dal momento che decise di presentarsi davanti al pubblico solo due volte alla settimana, così da stare vicina alle due figlie.

5. Il sogno americano

Nel 2008, in occasione della Convention del Partito Democratico, Michelle Obama tenne uno dei discorsi più intensi mai ascoltati sul palco del convegno (secondo l’opinionista politico Andrew Sullivan), riaffermando come la loro famiglia fosse l’emblema della materializzazione del sogno americano.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog