Oltreuomo Docet

Una giungla chiamata Aperitivo

C’è qualcosa di intimamente angosciante nell’aperitivo. Non parlo dell’aperitivo in quanto bevanda, ma del rituale sociale che costituisce oramai un appuntamento fisso nella maggior parte delle città italiane.

Può presentarsi in diverse forme, da una bevuta intima con un amico in qualche localino di periferia, fino alla sua declinazione più malvagia: l’apericena!

Sta di fatto che sembra che le persone facciano di tutto per indossare il costume di qualche stereotipo, e coloro che i week end si scatenano in infiniti happy hour non sono da meno.

Armati di taccuino e stilografica addentriamoci nella savana per documentare e studiare l’ennesimo insensato comportamento umano.

Aperitivo

Ecco l lista degli animali da aperitivo:

 

IL LANCIAPIPPONI

giungla aperitivo: il suricato

È un esemplare piuttosto comune nel terriorio degli aperitivi, che tende a mimetizzarsi tra la fauna che bruca alcolici nei tavolini. Si aggira furtivo sorseggiando prosecco e allungando il collo come un suricato alla ricerca di una preda. Se vi capita di incrociare fortuitamente il suo sguardo potete considerarvi spacciati. Non c’è scampo al Lanciapipponi; è inutile che facciate finta di non averlo visto, inutile nascondersi in bagno, inutile simulare pesanti amnesie o interpretare il ruolo di un vostro fantomatico gemello. Senza nemmeno accorgervene vi ritroverete incastrati in sedici ore di pipponi galattici comprendenti i seguenti argomenti: tecniche burocratiche per certificare rilevazioni delle falde acquifere della provincia; prolegomeni ad ogni passata metamatematica; differenza tra elusione ed evasione nell’apparato normativo del Regno di Napoli.

LO SBRONZO MOLESTO

giungla aperitivo: scoiattolo

Eccitato come uno scoiattolo imbizzarrito, questa diffusissima specie salta da una tavolo all’altro senza tregua, mettendo a dura prova il sistema nervoso dei suoi simili. Incapace di limitarsi, comincia il rituale già alle dieci di mattina, per ritrovarsi alle sette con lo stomaco decorato da almeno una ventina di negroni, diciassette birre piccole e dodici Martini con ghiaccio. Dopo aver esaurito le forze si accascia a terra in fin di vita, finché qualche amico non si decide di accompagnarlo a casa. Non mancherà di vomitarsi nella manica del giubbotto durante il tragitto. Questo è un comportamento molto interessante da parte dell’Ubriacone, che seppur incosciente sembra portare una forma di rispetto per l’automobile del suo salvatore.

IL SEDUTTORE

giungla aperitivo: il leone

La stagione dell’accoppiamento del seduttore sembra non avere tregua, ma l’aperitivo si dimostra essere l’ambiente ideale per esibirsi in narcisistici rituali mirati ad attirare una compagna. Questo esemplare tende perciò ad esagerare nell’offrire da bere alle femmine della sua specie, nell’urlare, nel dare pacche sulle spalle ai compari e nell’impennare con la moto davanti al locale dove si svolge l’happy hour. Spesso questo animale riesce a trovare una partner con cui condividere il proprio patrimonio genetico, per poi abbandonarla e rivolgersi verso altre possibili compagne. È stato documentato che in caso di necessità è anche in grado di cambiare gusti sessuali.

L’ORGANIZZATORE DI FESTE

giungla aperitivo: pecore

È un animale molto sociale, nelle terre dell’aperitivo, e proprio come le pecore sono due le cose che ama: stare in mezzo al gregge e belare. Perciò trascorre tutto il tempo dell’aperitivo a distribuire sorrisi falsi, promesse di sc*pate e flyer dalla grafica illegale. Dopo aver faticosamente svolto il suo compito pubblicitario si siede in compagnia dei suoi simili per godersi la meritata bibita – di solito un cocktail sofisticato. Anche durante l’abbeveramento l’organizzatore di feste continua a distribuire saluti a destra e a manca nel tentativo di allargare le sue cerchie sociali. Di solito muore da solo.

IL SILENZIOSO

giungla aperitivo: orso bianco

Il silenzioso si trova a suo agio nel gruppo, ma non è molto estroverso. Se ne sta lì, in piedi a mangiare tartine e a sorseggiare Campari, ascoltando quello che hanno da dire gli stessi esemplari della sua specie. Ogni tanto, ma molto raramente, interviene con una breve opinione, per poi ritornare a rifugiarsi nel suo mutismo. Si ritira molto spesso in lunghi periodi di letargo, per ripresentarsi poi a qualche aperitivo segnato da un evento speciale.

IL PROVOCATORE

giungla aperitivo: il cervo

Il provocatore è un animale molto aggressivo ed è sempre pronto a combattere contro i rivali per il titolo di maschio alfa. Qualche bicchiere di troppo trasforma questa specie in una vera furia distruttiva. L’aperitivo si dimostra, ancora una volta, essere il terreno ideale per vedere all’opera questi magnifici mammiferi, sopratutto se due esemplari della stessa specie si ritrovano vicini. Basta una spinta di troppo, un’occhiata a un’amica, o un bicchiere rovesciato per ritrovarsi ad assistere allo scontro. Spesso finisce con la sirena della polizia o con allegri trattati di pace a colpi di birre offerte.

LA ROMPICOGLIONI

giungla aperitivo: oca

Simile nell’aspetto e nel comportamento all’oca, questo animale è decisamente insopportabile. Di solito è l’organizzatore stesso del ritrovo all’happy hour ed è una grandissima fan di quell’abisso chiamato apericena. Passa la maggior parte del tempo cercando di attirare l’attenzione e di parlare con il maggior numero di persone possibili, specialmente con i maschi. Vezzosa e svampita, si rivolge agli sconosciuti con eccessiva confidenza ed è ossessionata da quello che gli altri pensano di lei. Vuole apparire popolare, simpatica, carina, brillante, alla moda, intelligente, intrigante, socievole, felice. Nel tentativo di innestare negli altri questo ideale di se stessa si ritrova a scavare sempre più a fondo nel pozzo senza fine della sua ignoranza.

LO SCROCCONE

giungla aperitivo: orsetto lavatore

Sempre senza un soldo, lo scroccone si rivela essere l’animale più insopportabile del regno dell’aperitivo. Chiede sfacciatamente di farsi offrire da bere additando a scusa svariati motivi: “ho dimenticato il portafoglio a casa”, “sono appena tornato dal Giappone e ho solo yen in tasca”, “tuo nonno ha un debito verso il mio e le colpe dei nonni ricadono sui nipoti”, e molte altre assurde stronzate.  Essere suo amico è un vero incubo, anche perché lo scroccone è tendenzialmente un tabagista cronico nonostante non si compri mai le sigarette. Ma senza nessuna remora ve ne chiederà a voi senza sosta fino a finirvi la stecca appena comprata in Slovenia. Andare ad aperitivo con lui si rivela sempre una tragedia per le vostre tasche. Per non parlare poi dello scroccone 2.0, che dopo avervi chiesto una sigaretta ha anche il coraggio di lamentarsi perché non è della sua marca preferita. Da omicidio.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso
OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853