Magazine

5 cose che ancora non sai su Giorgio Armani

Giorgio Armani è, senza dubbio, tra i più grandi della moda nazionale e internazionale. Il famoso stilista, nato nel 1934 a Piacenza, è un over 80 che sa ancora come scuotere il mercato con energia e innovazione, senza mai tralasciare l’eleganza in ogni suo capo.

Armani ha iniziato la sua carriera negli anni Sessanta presso La Rinascente. Ad assumerlo è stato Nino Cerruti a cui ha lasciato carta bianca per il brand Hitman. Da qui Giorgio è partito per rivisitare alcuni canoni dell’eleganza femminile e ha dato nuovo lustro alla moda.

Negli anni Ottanta, dopo un’intensa gavetta, è riuscito a dare vita, finalmente, il suo brand che ha creato un nuovo modo di vedere e vivere la moda.

Di questa icona del mondo della moda si sa molto poco dal punto di vista personale, quindi, ecco le 5 cose che ancora non sai su Giorgio Armani.

Il patrimonio di Giorgio Armani

Dai suoi esordi a oggi, Giorgio Armani ha saputo costruirsi un patrimonio di tutto rispetto. Rientra nella classifica degli uomini più ricchi del mondo, mentre, in Italia è solo quinto. Si racconta che abbia accumulato e investito più di 9 milioni di dollari.

Anche il patrimonio immobiliare dello stilista è di tutto rispetto, infatti, ha case prestigiose ovunque. Lui stesso afferma di collezionarle. Ha una villa a Saint Tropez e a Forte dei Marmi, inoltre, ama trascorrere le sue vacanze a Pantelleria nel dammuso, una tipica abitazione locale. Quando ha voglia di navigare ama passare il suo tempo sul suo maxi yacht di colore greige, mix creato proprio da lui.

L’amore per i gatti di Armani

L’animale preferito da Giorgio Armani è il gatto. Da sempre ama averne diversi e non ne ha mai fatto mistero. Per lui è un animale elegante e di grande classe. Insomma è un buon inquilino per un ambiente sofisticato e di gran gusto.

Il colore preferito di Giorgio Armani

I colori preferiti di uno stilista, generalmente, sono ben visibili nelle diverse collezioni e anche Giorgio Armani ne ha uno, cioè, il blu. Lo definisce come un’alternativa valida al nero ed è estremamente chic.

Un altro colore che ricorre, molto spesso, nella sua vita ma anche negli abiti che disegna per donne e uomini, è il greige, una tinta creata da lui che nasce dal connubio tra beige e grigio.

I costumi per Hollywood

L’eleganza di Giorgio Armani si fa proprio ricordare e anche i registi di Hollywood l’hanno imparato presto. I suoi abiti hanno vestito Richard Gere in American Gigolò, uno dei suoi film preferiti, ma non solo. Infatti ha lavorato anche per Christian Bale ne Il Cavaliere Oscuro e Leonardo Di Caprio in The Wolf of Wall Street. Sono celebri i costumi di Robert De Niro ne Gli Intoccabili, inoltre, ha saputo distinguersi anche con The Counselor, Cadilac Man e Phenomena.

In diverse occasioni si è prestato per disegnare alcuni abiti di Alexia, la celebre cantante dance italiana. Lei è sposata con suo nipote Andrea Camerana e forse ha una corsia preferenziale con il famoso zio.

Giorgio Armani e lo sport

Diverse volte è stato chiesto a Giorgio Armani di dare un suo contributo allo sport. Per il mondo del calcio ha disegnato la divisa del Chelsea e della nazionale di calcio italiana per gli Europei 2020 che si stanno giocando nel 2021. Inoltre si è prestato per vestire gli atleti inglesi e italiani per le ultime Olimpiadi di Londra.L’impegno di Giorgio Armani è sempre stato a 360 gradi e ciò è ben visibile sia in Italia che nel mondo.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog