Oltreuomo Docet

Pioggia – considerazioni atmosferiche

Avete notato che da quando Renzi è salito alla guida del PD non fa che piovere? Ma è solo per dire, non voglio entrare nel merito della politica renziana. Almeno non prima che lo faccia lui.

So che la maggior parte di voi si è stufata della pioggia però io vorrei parlarvi dei suoi numerosi vantaggi.

Per esempio quando siete nella sala d’attesa del medico capita che incontriate un vecchio conoscente. In queste circostanze, il disagio è paragonabile a quello provocato dal rumore del velcro strusciato sulla lavagna da una cicciona coi leggings talmente tesi che la trasparenza evidenzia un filo di mutanda sprofondato tra le chiappe e adombrato da una chiazza più scura formatasi per accumulo di sudore. In sostanza non avete voglia di raccontare a un tizio che conoscete appena quale malanno vi ha portato lì ma il copione sociale lo prevede.

In questo caso: ben venga il maltempo! 

Perché alla domanda ‘come va?’ rispondete con un ‘Bene, ma non se ne può più di questa pioggia!’. Seguirà un’interminabile conversazione in cui tu e il tuo conoscente farete la gara di considerazioni atmosferiche.

Pioggia

Ma i vantaggi della pioggia sono numerosissimi!

La pioggia abbassa i livelli di monossido di carbonio scongiurando il pericolo delle targhe alterne e obbliga tutti a prendere l’auto per recarsi al lavoro alzando così i livelli di monossido di carbonio.

La pioggia aiuta il benessere e l’integrazione delle minoranze più deboli. Quando piove le strade si riempiono di ritardati alla guida.

La pioggia ti evita noiosissime escursioni con la tua compagna per le vie del corso alla ricerca di una borsa qualsiasi. Ovviamente per la piena libertà bisognerebbe far brillare tutti i centri commerciali.

Se piove non nevica.

Se durante il vostro appuntamento comincia a piovere avete una scusa per invitare a casa vostra la ragazza. E poi togliervi i vestiti bagnati. E poi ordinare del cinese da asporto anziché pagare un costosissimo ristorante. E poi, bonus per chi vive all’ultimo piano, il romantico ticchettio della pioggia lungo la grondaia copre il suono dei vostri peti ai cinque colori.

Quando piove e non avete l’ombrello c’è sempre quello di qualcun altro. Se invece lo avevate ora ve l’hanno inculato.

Se siete narcisi potete specchiarvi sulle pozzanghere oltre che sulle vetrine, i finestrini delle macchine, il display dello smartphone, gli specchi dei negozi, le bottiglie di naturale, i cucchiai, eccetera eccetera.

I giornalisti possono copincollare gli articoli di repertorio sul maltempo e tornare a casa a un orario ragionevole. Stessa cosa per i servizi TV.

Quando piove godi veramente di essere disoccupato.

Fa bene al raccolto.

La pioggia è la scusa più vecchia del mondo per giustificare i capelli lerci. Ed è inutile che ti fai la coda che tanto si vede comunque. Sì, sto parlando con te. Lavati!

La pioggia ti serve una scusa sempre buona per il tuo ritardo. “sai, c’era traffico!”

 

 

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog