Oltreuomo Docet

Le 20 giornate mondiali che dovremmo celebrare

Ho notato che ultimamente non passa giorno che non sia una giornata mondiale pro o contro qualcosa. Appuntamenti fissi nel calendario per ricordare a noi stessi i problemi del mondo, problemi che non ci sarebbero se noi non ci fossimo, ma se non ci fossimo nessuno potrebbe ricordarli. D’altronde, dobbiamo pur illuderci che i nostri sforzi possano in qualche modo fissarsi nello scorrere del tempo. Ma forse il vero motivo sono le lobby dei calendari. Ad ogni modo, quello che conta davvero è sapere che ogni giorno dobbiamo metterci in gioco e prendere consapevolezza di ciò che ci circonda. Un concetto nobile, sul piano filosofico esistenziale. Poi è giunto Netflix: l’inverno, i divani e i nostri culi hanno fatto il resto. Tuttavia, se dobbiamo proprio, è quantomeno doveroso includere anche le seguenti giornate mondiali a quelle già esistenti:

people

1- per le cuffie dell’mp3 ingarbugliate nelle tasche. Il vero male della modernità

2- per gli omega 3. Non sappiamo che cazzo siano, ma fanno bene

3- Per i 10 minuti di ritardo accademico dei treni che accorrono in aiuto di pendolari ancora più ritardatari

4- per gli analfabeti funzionali, anche se non coglieranno l’ironia di questa proposta. E allora i marò?

5- delle profezie apocalittiche, sperando che ci azzecchino. Anche solo una volta basterebbe

6- degli apericena e dei petaloso, giusto per dare l’ultimo schiaffo morale ai puristi dell’Accademia della Crusca.

7- per chi non riesce a organizzarsi per tempo, con data da decidersi all’ultimo

8- per chi non riesce a fare a meno di organizzarsi con troppo anticipo, con data da decidersi con voto superiore ai 3/5  in 4 meeting fissati l’anno precedente.

9- della ricchezza, perchè ogni tanto fa bene dare un’immagine positiva dell’umanità. Il concetto fame nel mondo fa troppo telethon

10- per la generazione dei primi anni 90 che usano in maniera preoccupante l’espressione ai miei tempi

11- per quelli che sulla bacheca vivono a Malibu e lavorano presso “Big Money Management”, ma uno di loro lo conosci, è il figlio del salumiere e abita in fondo alla via

12- per i maschi fidanzati con una volontà propria

13- per le loro fidanzate, che li convinceranno a farsi regalare qualcosa per l’occasione

14- per il precariato, con data mobile e rinnovabile ogni 3 mesi.

15- per chi si è chiuso in se stesso, poi ha trovato la forza di uscire, ha fatto quattro passi e poi si è richiuso. A chiave.

16- per gli arrampicatori sociali che scivolano

17- per le vittime dei pusher costrette ad andare a trans e fingere un rapimento per salvare la propria dignità

18- per quelli che dopo 20 e passa anni, non si stancano di rievocare i tempi di Mai dire o le battute di Aldo Giovanni e Giacomo

19- per quelli che si sentono dire “Sarà un’occasione di crescita per entrambi” e ci credono, senza tradurre in “Ti lascio perché son 2 mesi che un altro tizio mi trapana come fossi un compensato”

20- per le scelte di vita sbagliate, i rimorsi, i rimpianti, gli amori perduti, sempre lì a ricordarci che al mondo c’è spazio anche per la bellezza.

Ovviamente, ci sono altre categorie umane e disagi annessi e connessi. Ma questo rientra sempre nella bellezza e bla bla bla che ho detto prima. Si insomma… niente di serio.

WIDGET 1

Seguici sull' INSTAGRAM dell'Oltreuomo

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog

OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853