Oltreuomo Docet

Le 10 tipiche fasi di una storia d’amore

L’amore, l’amore, questo caldo vortice che ci tormenta e ci agita nel corso delle nostre flebili esistenze. Ogni storia d’amore esiste solo grazie a quell’errore cognitivo che permette ai protagonisti di mentire a se stessi, di pensare che sia qualcosa di speciale, di unico, la storia delle storie tra tutte le storie. Guardandoci dalla Luna ci accorgiamo però che i meccanismi di ogni relazione finiscono più o meno per assomigliarsi tutti. Vediamo le fasi che tutti attraversiamo inevitabilmente percorrendo il nostro personale percorso sentimentale.

0

Le 10 tipiche fasi di una storia d’amore

 

#1. L’innamoramento

L’innamoramento è la fase più magica, la scintilla che fa accendere la miccia. Lei è attratta dai suoi modi bruschi e scimmieschi, e comincia a coltivare il sogno di poterlo cambiare; lui dal suo seno e dalle sue natiche. Ci si conosce, si esce per la prima volta, e il cuore batte forte per entrambi. Se va bene scatta il bacio e lei torna a casa con un sorriso ebete stampato sulla faccia. Lui torna a casa con un ‘incordatura di quinto grado ai testicoli.

#2. La passione

Ormai le due anime si sono rivelate, e l’eros abbraccia la nuova coppia tra i suoi arti traboccanti di desiderio. Il sesso entra preponderante con i suoi silenzi affamati di corpi; si fa l’amore due, tre, quattro volte al giorno, si va in ospedale ogni mattina per la pillola del giorno dopo o per esportare giocattoli sessuali dall’intestino, insomma: è tutto un turbine di libido e sentimento. Non ci si riesce a staccare, ma è una fase che non tornerà più.

#3. La conferma

Si parla di esclusività del rapporto, di non vedere altre persone e ci si mette insieme. I due amanti sono ancora sconosciuti, lui non sa ancora che lei è isterica, lei non sa ancora che lui è ritardato, ma va bene tutto, il gioco prosegue tra mille fantasie: come chiameremo i nostri figli, dove andremo a vivere, quale avvocato divorzista scegliere, ecc…

#4. L’istituzionalizzazione

Stare insieme non basta più, bisogna istituzionalizzare il rapporto. È la fase della cena per conoscere i genitori, della presentazione agli amici, della foto profilo Facebook insieme. C’è ancora passione, ma ridotta. Non si fa più l’amore quattro volte al giorno, se va bene lo si fa una volta al giorno Champions League e campionato permettendo. I difetti di entrambi cominciano ad affiorare, ci si conosce meglio e si parla del passato. Lui passa le notti insonni rimuginando sul sesso orale che lei ha fatto ai suoi settantacinque ex; lei gli controlla il cellulare quando lui è in doccia, quindi praticamente mai.

#5. L’affetto

Il sesso si fa quando c’è tempo e solo perché ci si sentirebbe in colpa a non farlo. Entrano in campo altri elementi come l’affetto, la fiducia, il sapere di avere un valido sostegno accanto: insomma, tutte quelle cose che di solito ci aspettiamo da un buon commercialista. 

#6. La noia

La relazione diventa un incubo. La passione è un ricordo lontano così come il sesso. Durante l’ultimo rapporto sessuale consumato lui aveva ancora i capelli e lei rientrava ancora nel regime dei minimi. La noia diventa l’elemento preponderante. Non ci si parla più, non si esce più, non si fa più nulla. Lui passa le serate in bagno a strozzare il pappagallo sul server di YouPorn, lei scrivendosi in chat con uno sconosciuto dal nickname tipo Antonio24cm o cose così. Cala l’ombra della fine sulla coppia.

#7. La separazione

La situazione diventa insostenibile. Onde evitare di ammalarsi è necessario terminare la storia. Che sia lui o lei a fare il primo passo non fa alcuna differenza: entrambi sono d’accordo. C’è dolore, tristezza, c’è quella sensazione di fallimento difficile da scrollarsi. Ma c’è anche la voglia di farsi una trombata come si deve.

#8. La solitudine

Le fantasie riguardo il ritorno alla vita da single si rivelano molto più campate in aria di quel che già erano. Ormai gli anni sono passati, la panza vuol farsi notare, la cellulite ha vinto la guerra, trovare altri partner si rivela impossibile; il sesso è persino meno frequente dell’ultimo periodo insieme. Per rimediare lui comincia ad andare con le squillo, lei comincia a fare la squillo. Chi riesce a trovare un’altra persona appena uscita da una storia e disposta a dividere disperazione e pena torna al primo step e ricomincia il percorso. Ma per alcuni non è ancora finita.

#9. Il ritorno

Devastati dalla solitudine si decide di ritornare insieme, perché essere patetici in compagnia è meglio che esserlo da soli. La nostalgia fa il resto. Ci si ritrova a bere un caffè e si accetta la più devastante verità della vita: bisogna accontentarsi.

#10. La morte

Per far passare il tempo ci si sposa si fanno dei figli e si cerca di non pensare. Lui passa la vecchiaia rimpiangendo tutte le scopate che non si è fatto in gioventù, lei il prestante rugbista conosciuto a vent’anni – unico uomo che le ha fatto provare l’orgasmo.

E niente, poi si muore. Ma tranquilli c’è il paradiso.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog