Oltreuomo Docet

11 cose che fai a causa dell’ansia ma che le altre persone non capiscono

C’è sempre molta distanza tra chi ha una relazione duratura con l’ansia rispetto a chi non l’ha mai conosciuta, una sorta di muro di incomprensione che separa queste due categorie di esseri umani. È interessante allora cercare di rendere intellegibile a tutti quali sono i comportamenti causati dall’ansia che possono sembrare incomprensibili ai più.

INSIDE OUT

 

#1. Evitare cose che ti fanno paura usando fantasiose scuse

“Ti va di guardare una puntata del Dottor House?”

“Mmm, non mi piace quella serie, è piena di buchi di sceneggiatura e ha una fotografia troppo poco curata.”

#2. Il futuro ti mette ansia

“Quali sono i tuoi piani per il futuro”

“Avere l’ansia e poi morire.”

#3. Ti dai sempre la colpa per tutto

“Allora se mi rispondi giusto a questa domanda ti do sei e mezzo: qual è stata la causa dello scoppio della prima guerra mondiale?”

“È stata colpa mia, professoressa.”

#4. Pensare ad una cosa tutto il giorno.

“Ho dimenticato il gas acceso, ho dimenticato il gas acceso, ho dimenticato il gas acceso.”

#5. Svegliarsi presto nonostante tu sia stanchissimo.

“Ah domani è sabato e dormo fino a mezzogiorno”

(in piedi alle sei del mattino a controllare se hai compilato correttamente la dichiarazione dei redditi.)

#6. Tirare pacco all’ultimissimo momento

“Mi dispiace non posso venire al cinema, devo lavare il cane che è caduto nella cloaca massima”.

#7. Immaginare le cose peggiori che possano capitare

“Domani partiamo per Barcellona, sei contento?”

“Si non vedo l’ora (oddio e se l’aereo cade e se atterra male e se mi ammalo e se gli indipendentisti catalani scatenano una guerriglia?)

#8. Ripensi alle conversazioni che hai avuto per molto molto tempo

“A cosa stai pensando?”

“A quello che mi ha detto mio padre al pranzo di natale del ’99”

#9. Ti lasci condizionare facilmente

“Ti vedo un po’ pallido”

“Portami all’istituto per i tumori, presto!”

#10. Non andare ad un evento a cui vorresti andare

“Io voglio venire alla festa ma contemporaneamente non me la sento, mi capisci?”

“No.”

#11. Confronti sempre i tuoi successi con quelli altrui

“Complimenti, a 23 anni sei già laureato”

“Sai che roba, Alessandro Magno a 23 aveva già conquistato la Persia.”

 

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

Seguici sull' INSTAGRAM dell'Oltreuomo

OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853