Oltreuomo Docet

Come far morire di dolore qualcuno innamorato di te

Allora, credo che siamo tutti abbastanza grandi da aver capito che amare è una cosa mediocre mentre essere amati è una delle cose più belle del creato. Non tanto per la consapevolezza che qualche nostro prossimo prova un sentimento così nobile per noi -fottesega del prossimo- quanto per poter giocare con i sentimenti di questo disgraziato prossimo. Non è cinismo, è semplice speranza che un giorno ci venga dedicata Quit playing games with my heart dei Backstreet Boys.

Spesso però, guidati da facili moralismi, tendiamo a non approfittare della situazione, quando invece si dovrebbe far soffrire il più possibile chi ci ama per ingozzare il nostro affamato bambino interiore, meglio conosciuto come narcisismo. Perciò analizziamo qui di seguito le migliori tecniche per frantumare il cuore a chi ha un debole per noi.

01

# WhatsApp

WhatsApp è il più grande regalo che dio Zuckerberg ci abbia mai fatto, in quanto è lo strumento ideale per raggiungere i nostri scopi. Non si tratta di torturare qualcuno con la banale doppia spunta blu. La spunta blu porta con sé mille giustificazioni tranquillizzanti per la nostra vittima; potrebbe pensare che non rispondiamo perché abbiamo il cellulare scarico, perché siamo dal dentista, perché abbiamo finito i giga o perché siamo morti.

Troppo poco crudele.

Quello che dobbiamo fare è aprire la chat e selezionare la finestra di scrittura cosicché al malcapitato, o alla malcapitata, compaia la sbarazzina scritta sta scrivendo…, lasciare il cellulare così per almeno un paio d’ore e poi chiudere la chat. Dopo poco tempo, se vi concentrate, riuscirete a sentire da casa vostra il rumore delle sue budella che si contorcono.

# Relazioni

Per torturare il malcapitato in maniera professionale dovete acquisire alcune informazioni decisive. Cercate di scoprire quali sono le persone che odia, quali sono i suoi cosiddetti nemici giurati; tutti hanno un nemico giurato che non riescono a tollerare nemmeno un millesimo di secondo.

Il mio ad esempio è il sapone.

Una volta scoperto il nemico più giuratissimo non dovete far altro che farvelo. Se non vi piace, se è brutto, se è Brunetta, non fate gli schizzinosi; dovete farci sesso comunque per il bene del vostro essere stronzi. Poi invitate la vostra vittima a bere un caffè, ideale per caricargli la molla dell’aspettativa al massimo e poi confidargli: “Ho scopato con (inserire nome), se non ricordo male lo conosci?”.

A quel punto non vi resta che godervi gli effetti degli sbalzi della pressione arteriosa sull’epidermide del suo viso.

# Social

Anche i Social Network (vecchia Zucca tu sia benedetto di nuovo) possono aiutarci ad essere sadici. Possiamo ad esempio chiedere l’amicizia ai suoi amici o alle sue amiche per farlo/a ingelosire, possiamo cambiare continuamente la nostra situazione sentimentale per farlo disperare (possibilmente taggandolo/a ogni volta), ma soprattutto possiamo scrivere un bel TI AMO, aspettare la sua risposta ANCHE IO, e poi dirgli che avevamo sbagliato persona.

# Approfittarne

Il beneficio probabilmente più grande di avere qualche miserando innamorato di te è che puoi approfittartene. Ad esempio puoi farti passare gli appunti degli esami, puoi farti dare i suoi punti della patente o più comunemente puoi farti intestare la casa dei genitori.

Spesso infatti in chi ama si instilla la buffa convinzione che la gentilezza possa essere fonte di attrazione in un mondo in cui il modello di amante ideale è rappresentato dal calciatore.

Ma chi si innamora non è molto intelligente, per cui questo ragionamento non sosterà mai tra le sue sinapsi.

# Regalare speranza

Ovviamente la vecchia tecnica rimane la migliore. Regalare speranza a chi ci ama è sempre il metodo più efficace per poter studiare da vicino il fenomeno del cuore che si spezza e si riaggiusta in continuazione. Inviare un messaggino inaspettato, donargli uno sguardo dal dubbio significato e poi accoltellarlo con la fredda lama dell’indifferenza porta sempre grandissimo godimento narcisistico.

A volte capita che si regali così tanta falsa speranza da trasformare la nostra vittima in carnefice, e venire trucidati da quest’ultimo in un raptus di follia d’amore non corrisposto. Comunque il gioco vale la candela.

Ora avete tutti gli strumenti per far morire di dolore qualcuno che vi ama.

Purtroppo nessuno vi ama.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog