Oltreuomo Docet - 2 August 2017

I 16 motivi per cui è bello essere dei radical chic

L’espressione Radical chic è qui usata in vece del termine “cagacazzi”. Infatti, volendo darci un tono per tentare di diventare il nuovo blog di riferimento dei fighetti italiani, abbiamo deciso di depurare i nostri post dalle parolacce. Inoltre, come tutti sanno, non c’è niente di più radical chic che darsi del radical chic, sfoggiando quell’aria di autocompiacimento che tanto eccita le menti più semplici. Ecco la lista.

radical chic

#1. Dite quello che volete, ma il cibo biologico è molto meglio dei pezzi di pneumatico che ti danno al fast food.

#2. Puoi deridere gli hipster, che altro non sono che dei radical chic falliti.

#3. È vero, sei vegano, ma smetterai di esserlo non appena passerà di moda.

#4. Sempre bello far credere ai tuoi amici plebei che l’ultima moda musicale è un santone uzbeko che suona un set di padelle Mondialcasa e vederli ascoltare davvero quella merda.

#5. Ti puoi vestire da pagliaccio anche se non è Carnevale.

#6. Bevi solo vino perché la birra è da camionisti e altre specie inferiori.

#7. Cravatta is for chi se la crede, papillon is for chi ha stile.

#8. Puoi cambiare idea due volte al giorno, l’importante è citare a sproposito qualche scrittore che giustifichi il tuo ultimo sbalzo umorale.

#9. Le studentesse di lettere ci cascano sempre e te la danno come se non fosse loro.

#10. I ragazzi provenienti dalle classi sociali più basse vogliono mettersi con te per adempiere al loro destino di parvenus.

#11. Puoi dare la colpa dei tuoi fallimenti a questo mondo fatto di ignoranti.

#12. Essere registi (o dire di esserlo) è meglio che stare in catena di montaggio.

#13. Per darti arie da radical chic anni fa bisognava andare a mostre, vernissage, presentazioni di libri – adesso basta un filtro di Instagram.

#14. Puoi arredare casa a caso, tanto sarà sempre arte moderna.

#15. Sei sempre circondato da persone che condividono il tuo stile (anche perché a tutti gli altri stai sul culo).

#16. Impari che per dire di aver letto un libro basta impararsi le sue citazioni più famose.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853