Benessere

Tutte le scuse sentite da chi fa il ramadan alcolico

La religione e i disturbi psichici non sono altro che la categorizzazione di comportamenti umani normalissimi. Se l’intensità e la frequenza di questi comportamenti diventano eccessive, può essere un problema per se stessi o per gli altri.

Per esempio, va bene pregare Gesù. Diventa problematico se lui risponde o mi consiglia nelle piccole decisioni della quotidianità.

Andiamo a mangiare la costata di manzo da Carmelo, me l’ha consigliato Gesù.

Una pratica tipica di molte religioni è l’astinenza temporanea da qualcosa di bello ma potenzialmente dannoso. Figa, alcol e cibi grassi, tanto per citare tre robe a caso di cui andiamo ghiotti in redazione.

Non ho mai pensato che qualcuno potesse privarsi di queste cose senza un motivo religioso o una restrizione medica. Ma mi sbagliavo.

ramadan alcolico

Ero al Buso di Pordenone, tra Chelsea Cove e Highline Park, quando dopo tanto tempo ho rivisto il mio caro amico M.B. Non rientro spesso a casa quindi volevo approfittare dell’incontro fortuito per fare due chiacchiere, parlare male di chi si è sposato, ha fatto figli e ora vive una vita felice.

Cosa ti offro M.B.?

Un’acqua tonica.

Perché non bevi?

M.B. è un ragazzo normale e quando mi ha detto che da un mese non toccava alcol gli ho chiesto perché? Sulle prime non sapeva rispondere, restava sulla difensiva. Chi non beve durante l’aperitivo, dalle mie parti è considerato un po’ strano. Ma siamo amici, quindi insieme, io e M.B., abbiamo provato a elencare le classiche scuse usate per giustificare il ramadan alcolico.

 

Voglio dimagrire.

Scusa molto usata soprattutto da chi non è grasso. Però funziona tantissimo. Chiunque dopo un mese di astinenza alcolica totale riesce a vedersi di nuovo il pisello.

 

Faccio riposare il fegato.

Supponiamo che a usare questa scusa sia qualcuno di 30 anni. Significa che sono 15 anni che beve regolarmente petrolio colorato in quantità simili a quelle fuoriuscite dalla piattaforma Deepwater Horizon durante il disastro ambientale del golfo del Messico. Probabilmente il suo fegato non ha bisogno di riposare, ha bisogno di amore.

 

Così quando riprendo mi fa più effetto.

Scusa usatissima e fin troppo sincera. Ma è anche sintomo di un profondo disagio.

 

Non bevo così risparmio.

Poco credibile. Soprattutto se lo dite bevendo una coca da mezzo (4 euro e 50 contro i 2 euro dello spritz) e fumate un treno ci paglie per il nervoso di non toccare alcol. Poi diciamoci la verità, in provincia uno che ti offre un giro lo si trova sempre. In città solo se sei donna.

 

Devo fare i controlli per la patente.

Se ti fermano sei finito. Ritiro patente, paghi un botto di soldi e finisce che non puoi più bere perché devi presentarti regolarmente a fare le analisi per confermare di non essere un alcolista recidivo. Se ti è capitato hai tutta la mia compassione. Se la usi come scusa sei un infame.

 

L’ho promesso alla mia ragazza.

Il partner è prima di tutto l’alibi per giustificarvi con gli amici quando non volete fare alcune cose. Non le fareste comunque, ma così la vostra colpa è solo quella di essere troppo innamorati.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog