Lo spazio dei lettori

I 10 tipi di doposbronza

Se è vero che, come affermava Newton, ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, trovo ingiusto che si parli dei 10 tipi di sbronza più frequenti senza poi curarsi dei seguenti doposbronza, sebbene il tutto segua perfettamente lo schema naturale dell’ubriacarsi senza minimamente curarsi dei postumi che seguiranno la mattina dopo. Spesso molto più devastanti della sbronza che li ha causati. E nessuno ne è esente.

NB. Alla descrizione di ogni tipologia seguirà l’indicazione della bevanda che con maggiori probabilità potrà causarvi il doposbronza appena descritto.

#1 – Doposbronza Contemplativi

È il Doposbronza più inutile ma allo stesso tempo più affascinante che si possa manifestare. Al risveglio è come se vi foste fatti di qualche acido: il mondo attorno a voi scorre velocissimo e tutto quello che potete fare è osservare compiaciuti questa effimera frenesia. Del resto quando mai vi ricapiterà di vedere il vostro coinquilino che lava i piatti con la stessa foga con la quale vostra nonna prepara il cenone di Natale? In realtà vi sta insultando e bestemmiando contro da almeno quattro ore, ma nel doposbronza contemplativo l’audio è disattivato, e non ve ne renderete mai conto. Dopodiché impiegherete 14 minuti per arrivare in camera vostra, raggiunta la quale vi siederete su un lato del letto e la vostra attenzione sarà catturata dalla lucina rossa della presa multipla a cui avete collegato il computer. Rimarrete in quella posizione a fissarla ed a pensare quanto sia bella finché il mondo riprenderà la propria velocità. E sarà ora di andare a dormire.

CAUSA: Sbronza da Vini amabili o dolci (eg. Lambrusco, Brachetto, Spumante dell’Eurospin)

#2 – Doposbronza del Re

Questo doposbronza è, per quanto riguarda l’inizio di una nuova giornata, il più infame. Mentre ancora dormite, con la bocca intorpidita dai bagordi della notte precedente, verrete svegliati di soprassalto dalla impellente necessità di sedervi sul glorioso trono. Da cui il nome “Postumi del Re”. Vi rendete conto che il tempo stringe (di contro, voi riuscite a stringere sempre meno), vi alzerete con una velocità mai vista, nemmeno vi fosse arrivato un messaggio da una strafiga che vi invita a casa sua a scopare, ma vi renderete conto di essere completamente nudi poiché la sera prima non avevate le facoltà mentali necessarie per svestirvi in maniera umana, figuriamoci per rivestirvi. Quindi, per evitare di fare l’elicottero (e se è inverno, per evitare la reazione dello gnocchetto) cercherete prima di coprirvi alla bella e meglio, solo dopo raggiungerete l’ambita meta: il cesso.

Quando la vostra seduta sarà terminata, tornerete al letto per cercare di dormire un altro po’. Ma non appena arriverà il dormiveglia, sarete richiamati in riunione. E così sarà per tutta la giornata, durante la quale avrete più notifiche dal cesso che non dal gruppo whatsapp dei vostri amici. E per il vostro cesso non c’è “visualizzato alle” che possa trattenervi.

CAUSA: Sbronza da Birra (Le birre ignoranti sono le più potenti)

#3. Doposbronza trogloditi

Sono quelli che danno il malessere peggiore. Il mattone in testa è la costante della giornata, il rigurgito è sempre dietro l’angolo e la vista è dimezzata. Tutto questo porta poi ad un livello di igiene personale estremamente basso: esso sarà tanto più basso quanto maggiore sarebbe la cura del proprio corpo in giornate normali. Nei maschietti si manifesta con la necessità di rimanersene nella poltrona, in mutande – possibilmente sgommate – e canottiera d’estate, in accappatoio d’inverno, a riflettere su quanto successo la notte prima, ma riuscendo ad arrivare ad una sola conclusione: ciliegia.

Nel caso delle femminucce è molto probabile che questo tipo di doposbronza capiti proprio in quei giorni del mese. Il ché si traduce principalmente con una voglia di cambiarsi l’assorbente pari alla voglia di sturare a mani nude il water del coinquilino che ha appena passato la giornata in Doposbronza del Re. Solo in inverno si aggiunge la necessità del tepore di un vestaglione in pile ricevuto in omaggio il Natale precedente.

Una sola costante in entrambi i casi: i peti ed i rutti. Fatti di continuo, incontrollabili, e senza alcun imbarazzo né soddisfazione. Considerazione di sé stessi: 404. Not Found. Si segnalano anche forti difficoltà comunicative, si è infatti in grado di pronunciare solamente monosillabi e grugniti.

CAUSA: Vino da pasto (Si va dai più pericolosi come il Tavernello, ai più degni Barbera, Cannonau, Vermentino)

#4. Doposbronza Voraci

Quando colpiti da Postumi Voraci, sarete svegliati non dal canto del gallo, non dalla nettezza urbana che vuota i cassonetti del vetro sotto la vostra finestra, non dal vostro coinquilino che ha deciso di fare i falafel guardando la ricetta su Giallozafferano e si è messo a frullare ceci alle 8 del mattino. No. La vostra sveglia sarà il boato del vostro stomaco che reclama cibo, e che per far questo ha messo in allarme i sismografi della Protezione Civile che hanno registrato una scossa di magnitudo 4.8 sulla Scala Richter.

Mentre i vigili del fuoco evacuano la palazzina, voi vagherete per casa in cerca di cibo di qualsiasi genere purché pronto all’ingestione. In totale pace dei sensi, arrivati all’ora di cena, arriverete ad aver mangiato nell’ordine: n.0,5 pacchi di biscotti, n.1 litri di latte, n.1,5 pacchi di pancarré a secco, n.0,4 tubetti di maionese, n.3 scatolette di tonno, n.6 vasetti di yogurt light, n.12 sottilette, n.3 pacchetti di cracker, n.0,5 teglia di lasagne della mamma avanzate dal giorno prima, n.0,4 pizza quattro stagioni surgelata avanzata al coinquilino, n.3 banane, n.1 spinacina ancora surgelata, n. 1 pacco di nachos da mezzo chilo, n.1 barattolo di condiriso a cucchiai, senza scolarlo.

A questo punto sarà ora di cena e direte di non aver fame, il vostro coinquilino cercherà i propri avanzi di pizza e, non trovandolo, sospetterà di voi per sempre.

CAUSA: Sbronza da cocktail ignoranti da festone che fanno schifo a chiunque ma che si bevono comunque (eg. gin-lemon, vodka-redbull, cuba libre)

#5. Doposbronza Lussuriosi

I doposbronza lussuriosi sono i più rari, secondo alcuni esclusivi del genere maschile ma a mio avviso anche il genere femminile non ne è esente. Vale sempre la regola del quello che le donne non dicono. Come si manifestano? Il maschietto si sveglierà con un alzabandiera particolarmente vistoso, cosa insolita nei giorni di doposbronza, e che non riuscirà a placare con il solito trucco della prima pipì mattutina.

Nelle femminucce invece si manifesterà con un insolito imbarazzo ed una certa sensazione di  insoddisfazione mista ad imbarazzo, da non confondersi col fastidioso prurito della pubblicità Vagisil.

Come risolvere il “problema”? Innanzitutto bisogna premettere che di primo acchito sia lui, sia lei, sarebbero abbastanza repellenti: alito fragranza morto numero 5, gomitolo di lanuggine nell’ombelico, borse sotto gli occhi degne di un condono edilizio, e via discorrendo. Tuttavia, per lui sarà la scusa perfetta per farsi una doccia rigenerante con annessa seconda pisciata, a cui seguirà un numero di sgrullate sufficiente non solo a considerarla sega, ma addirittura a concluderla ad arte.

Lei invece cercherà qualcuno su whatsapp (ragazzo, scopamico, potenziale scopamico, amico in friendzone) ed inizierà a stuzzicarlo, ma solo dopo averci girato intorno piuttosto ampiamente, giusto per poi andare a farsi una doccia e “rigenerarsi”. Leggete tra le righe. Tuttavia in entrambi i casi, la prima rigenerazione non sarà sufficiente, ma la giornata seguirà diversamente in base ai singoli casi.

CAUSA: Sbronza da liquori dolci (eg. Äpfel, limoncello, nocino e simili)

#6. Doposbronza Depressivi.

I doposbronza Depressivi sono quelli che portano a sentirsi una merda per qualsiasi cosa. In principio ci si butta giù per le condizioni di malessere in cui ci si trova, per poi dare la colpa alla festa che, per quanto offrisse alcolici gratuitamente o quasi, sotto sotto è stata una merda. A questo punto la palla passa in mano agli amici che, per quanto ti vogliano bene, sono loro che ti ci hanno portato. Subito dopo arrivano i dubbi che i tuoi amici in realtà siano doppiogiochisti da quando siete amici, ossia 15 anni fa. Ed è qua che affiorano i ricordi: i litigi, la partita di calcetto all’oratorio nel 1998, persa per un soffio, che se l’aveste vinta oggi la vita non sarebbe così una merda.

Insomma, si cade in un tunnel assurdo, nel quale prendete il cellulare ed in lacrime chiamate vostra nonna dicendole che le volete bene e di non lasciarvi. È ovvio che vostra nonna o vi insulterà pesantemente o preoccupata avviserà immediatamente vostro padre, che vi insulterà pesantemente. In ogni caso, gli insulti pesanti non li risparmierete, cadendo ulteriormente nell’oblio. Non saranno esenti dall’essere contattati gli/le ex. Anche se con un criptico “scusami”. Sì, anche se vi eravate lasciati di comune accordo. Tutto il giorno le finestre saranno chiuse così come tapparelle e persiane. In alcuni casi si contemplerà l’idea del suicidio, ma sarete distolti da tale orrore  ricordandovi che avete speso 799 euro per il nuovo iPhone. Vi pentirete dello spreco pecuniario che avete compiuto, cadendo sempre più nell’oblio, salvo poi rrendervi conto che se morireste qualcuno vedrebbe la cronologia del vostro computer.

CAUSA: Sbronza da distillati lisci (eg. Vodka, Rum, Grappa)

#7. Doposbronza Filosofici

Capitano in genere dopo lunghe cene con vecchi amici ritrovati, rimpatriate e serate varie ad alto tasso nostalgico. Ma con eleganza, l’obiettivo non è sbronzarsi, è solo passare una serata tra amici in allegria. Il giorno dopo ci si sveglierà sì col solito mattone, ma sereni per la bella serata passata. E la mente inizierà a vagare su cosa sarebbe potuto essere, e se tutti noi vediamo i colori allo stesso modo. Che ne so io che quello che io vedo viola tu non lo veda con quel colore che io identifico come verde e per te invece è viola? E soprattutto, perché Viola non c’era alla cena di ieri? Anche lei era della compagnia. Ed a proposito di compagnie, meglio Ryanair o EasyJet? No perché mia zia è andata a Parigi e io vorrei tornare a Berlino. Insomma, trip del genere. Ovviamente non si arriverà mai ad una conclusione. È certo però che se ci scrivessimo queste cose, si aprirebbero nuovi e misteriosi scenari per la psicanalisi.

CAUSA: Sbronza da amari (eg. Jägermeister, Unicum, Montenegro)

#8. Doposbronza sociopatici

La cosa peggiore che possa succedere quando dovrete patire una giornata con questi postumi è che sia un altro essere umano a svegliarvi. Non importa chi, non importa il perché, nemmeno se avete vinto una consistente somma in denaro, e non farà eccezione un risveglio con fellatio. Tutto quello che vorrete fare è mandare a fare in culo il genere umano, ed anche le persone che più amate con insulti, minacce di morte ed auguri di disgrazie di qualsivoglia genere. Non ve ne fregherà nulla di ferire sentimenti, distruggere famiglie, causare lutti per crepacuore. Il fatto è che non ve ne renderete conto, perché starete così male fisicamente per il mattone che tutto il resto non è che passerà in secondo piano, semplicemente per voi non starà succedendo.

I casini arrivano quando vi renderete conto del puttanaio che avete creato. Ma ormai sarà troppo tardi, e avrete solo due alternative: suicidarvi, o riprendere ad ubriacarvi.

CAUSA: il famigerato Mix da festone, quello che il giorno dopo hai bevuto talmente tante cose che non hai la minima idea di come tu abbia fatto a sopravvivere.

#9. Doposbronza etilici

C’è poco da dire sui doposbronza etilici: tutto quello che vorrete fare al risveglio è correre al frigorifero e stapparvi una birra per togliere quell’alito di talpa in decomposizione che avete in bocca. Dopo questa birra non vorrete un caffè o latte e cereali. Vorrete un’altra birra, perché in quel momento una birra non vi è mai sembrata così buona. A questo punto, essendo ormai ora di pranzo, vi cimenterete in un aperitivo mattutino home-made, ossia creato a cazzo di cane partendo da un fondo di una bottiglia di Aperol (o simil-tale) ed aggiungendo cose a caso come bitter, sambuca e il Cynar aperto che è in casa da almeno 24 anni e che dall’apertura non è stata mai toccata da nessuno per oscuri motivi. Ovviamente vi farà schifo, ma commenterete con un compiaciuto “niente male” e darete un nome al vostro aborto etilico. Pasteggerete con la bottiglia di spumante da 1,20€ che c’è in frigo da n. settimane. Per l’ora di cena sarete belli che cotti e nuovamente pronti ad una nuova giornata di postumi, ancora peggiori.

CAUSA: Sbronza da Spritz e aperitivi vari.

#10. Doposbronza Fantasma

È la tipologia di postumi più subdola. Vi sveglierete freschi come rose in un vivaio, e vi sentirete Dio. Pronti a riprendere a bere immediatamente, alcuni ci cascano e iniziano a bere al  mattino neanche avessero postumi etilici (vedi punto #9), ma basterà una seconda birra per svegliare il mattone che dorme e sarà coma etilico fino al giorno dopo. Chi resiste alla tentazione ha due scelte: bere la sera stessa o rimandare la bevogia ad un altro giorno. Ma non ci saranno differenze: appena si sarà accumulata una seconda sbronza pensando di averla scampata, i postumi che seguiranno saranno doppi e si sconterà tutto il non sofferto per la sbronza precedente, sconfinando in base al caso in uno dei postumi descritti in questa lista.

CAUSA: creme di liquore (eg. Bailey’s, crema di limoncello, crema di caffè)

Alessandro Congiu

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Seguici sull' INSTAGRAM dell'Oltreuomo

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog

OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853