Politica

L’orgoglio nazionale di apparire nelle big serie americane

Chiunque sia cresciuto senza guardare i Simpson fa più pena di chiunque abbia tra i 25 e i 35 anni e stia cercando lavoro oggi. Ma chiunque abbia questa età è cresciuto guardando i Simpson quindi diciamo che chiunque mi fa pena. Io, per esempio mi biasimo molto.

Però pensate che figata essere citati in una puntata dei Simpson.

La fortuna questa volta è toccata al parlamento italiano. Nel quarto episodio della 25esima stagione, ‘YOLO’ il titolo, la scuola di Spriengfield viene presa di mira dal reporter Kent Brockman perché tutti i suoi alunni copiano. Per Micheal Nobori, writer dell’episodio, è l’occasione per inserire questa battuta:

Questa scuola è più corrotta del parlamento italiano

 

Non è la prima volta che veniamo citati dalle big serie americane. Ecco un breve distillato di orgoglio nazionale in sketch.

Scandal – Il Presidente degli Stati Uniti non può andare nel paese del bunga bunga

How I met your mother – Ragazzi questo pouf è qui da sempre, dovete portarlo via con voi. Italia! / Ted, l’Italia non ha bisogno di qualcosa che è raggrinzito, rosso, logoro e che puzza di alcol e droghe. Hanno già l’ex primo ministro Silvio Berlusconi.

New Girl – Non portare Berlusconi nel college delle ragazze!

Happy endings – Vuoi che mi butti in quella jacuzzi insieme a tutte quelle prostitute? Ma chi sono? Silvio Berlusconi?

30 Rock – Non mi riconoscete? Sono un senatore italiano

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso
OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853