Scienza

A Denver un olfattometro per multare chi impesta l’aria con l’odore di marijuana

Quello che leggerete è vero, da ieri ne parlano tutti i giornali americani e del mondo.

A Denver fumare marijuana per scopi terapeutici è legale. Quindi ci sono delle fabbriche che la preparano per essere consumata. Immagino che per qualche tossico della domenica l’idea di lavorare in una fabbrica di marijuana sia più allettante che lavorare alla Duff per Homer. Ma come i vicini si lamentano per il volume dei rastoni che se la prendono contro Babilonia, a Denver i vicini si lamentano per l’odore di canna.

In questo caso arriva il Nasal Ranger, un poliziotto munito di olfattometro che annusa l’aria per capire se il livello di odore è sopra il limite legale.

nasal-ranger

 

Ben Siller, il coordinatore della squadra anti puzza di canna, ha dichiarato che le chiamate di protesta che arrivano in centrale sono quasi sempre associate agli odori che escono dalle fabbriche e solo molto raramente all’uso domestico dell’erba.

Il Ranger nasale arriva sul posto con l’olfattometro, se il marchingegno (del tutto uguale a quello di Futurama ma più piccolo) rileva un odore di 8:1 o più il colpevole si becca una multa fino a 2000 dollari.

Attualmente è stata avanzata la proposta di usarlo anche per combattere il microspaccio e l’utilizzo illegale della cannabis ma non è stata ancora presa una decisione a riguardo.

 

 

Fonte http://www.lautreinfo.net/2013/11/flairoscope-cannabis/

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso
OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853