Benessere

20 consigli per chi non riesce a calmare la sua mente inquieta

Sempre più persone soffrono la sindrome della mente inquieta. Non è una vera sindrome, ma se Freud poteva prendersi il diritto di tradurre il male interiore dei suoi pazienti una una vagonata di organi sessuali in pieno stile Californication, anche io posso prendermi qualche licenza.

Solo perché ho la barba. Ovviamente.

Con sindrome della mente inquieta mi riferisco a tutte quelle persone sopraffatte dai propri pensieri. Non riescono a smettere di pensare, ma soprattutto non riescono a smettere di pensare male, cioè a cose che non si possono cambiare o controllare.

Siccome ne faccio parte ne parlo come se mi confessassi con un prete.

mente inquieta

20 consigli per chi non riesce a calmare la sua mente inquieta

 

#1 Il passato ti abbatte con la nostalgia, il futuro ti riempie di ansia, se esiste un luogo dove puoi stare un po’ tranquillo quello è il presente.

 

#2 Ma a volte il presente ti riempie di cose da fare che subito pensi di non farcela. Smetti di pensare, inizia a farle e alla fine sticazzi.

 

#3 Non invidiare gli altri perché ti sembra che non soffrano del tuo stesso problema. Magari lo nascondono solo.

 

#4 Meglio un cervello in costante attività, almeno poi è allenato ad affrontare le sfide più impervie.

 

#5 Si dice che una macchina possa fare il lavoro di 50 uomini normali ma non riesca a fare il lavoro di un solo uomo straordinario. Questo perché la macchina non pensa.

 

#6 Le emozioni non sono altro che dei suggerimenti che l’istinto ci dà per consigliarci come agire. Non vanno prese alla lettera ma bisogna tenerne conto.

 

#7 L’unica cosa che vince sulla mente è il corpo. Sfruttalo per provare piacere.

 

#8 È impossibile decidere di non pensare. L’unica cosa che puoi fare è trovare uno stratagemma per distrarre l’attenzione dei tuoi pensieri.

 

#9 Non occorre iscriversi a un corso di meditazione per creare il vuoto mentale. Basta trovare un giochino ripetitivo dove lo sforzo cognitivo sia minimo. Candy Crush è ottimo per questo scopo.

 

#10 Oppure una bella serie tv.

 

#11 Sconforto chiama sconforto perché interpretiamo il mondo attraverso il nostro stato d’animo. Se siamo allegri una vignetta del Charlie Hebdo ci fa ridere, se siamo tristi ci fa rattristare ancora di più.

 

#12 Pessimo esempio, le vignette del Charlie Hebdo non fanno mai ridere.

 

#13 Quando ti viene voglia di controllare tutto e non lasciare niente al caso ricorda che il caso non va necessariamente in una direzione negativa.

 

#14 Spesso la felicità più grande arriva proprio da qualcosa di inaspettato.

 

#15 Nella vita di tutti ci sono delle persone che aggiungono inquietudini ai nostri pensieri. Conviene frequentarle il meno possibile.

 

#16 Se quella persona è il tuo partner complimenti per la scelta.

 

#17 Non si può mai piacere veramente agli altri perché ogni volta che sei troppo felice ti invidiano. Come facebook ha ampiamente dimostrato, l’unico modo per piacere a tutti è morire.

 

#18 Il miglior pensiero è quello propedeutico all’azione.

 

#19 Analizza qualcosa che è già accaduto può essere utile per non commettere gli stessi errori, ma se ripensare a qualcosa di successo serve solo a procurarti emozioni negative allora ti conviene andare a bere una birra.

 

#20 A volte fa bene liberare l’imbecille che è in noi.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog