Benessere - 7 October 2013

Scoperta inglese: l’alcol fa più male dell’eroina.

Probabilmente senza la droga la psicoanalisi non sarebbe mai esistita e di conseguenza nemmeno la psicologia e di conseguenza nemmeno i ricercatori in psicologia e di conseguenza nemmeno questo articolo pubblicato su Lancet di cui vi faccio il sunto.

I ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno valutato quanto le droghe generano danni sulla base di 16 criteri. L’ammontare di tutti i criteri genera un punteggio da 0 a 100 dove 0 indica l’assenza di danni generati dalla droga e 100 il loro massimo. In questo modo è possibile confrontare tra loro le varie droghe e stilare una classifica della pericolosità di ciascuna di esse in rapporto con le altre. Come vedete nella figura, questo punteggio è rappresentato all’interno del grafico mediante colonne di diversa altezza in cui i diversi colori mostrano il peso di ciascun criterio sul risultato finale. I criteri presi in esame erano i seguenti:

1. Drug-specific mortality: la letalità della droga

2. Drug-related mortality: la letalità derivata da complicazione fisiche e non legate all’uso della droga (se vi viene il cancro tecnicamente non vi uccide direttamente la droga ma il tumore)

3. Drug-specific damage: i danni fisici causati direttamente dalla droga (cardiopatie, ulcere, cirrosi, infarti, etc.)

4. Drug-related damage: i danni fisici causati indirettamente dalla droga (per esempio fare sesso con un DJ hipster e beccarsi qualche malattia venerea)

5. Dependence: il bisogno di continuare a usare la droga a dispetto delle conseguenze negative

6. Drug-specific impairment of mental functioning: quanto la droga compromette direttamente le tue funzioni mentali (ad esempio le allucinazioni)

7. Drug-related impairment of mental functioning: quanto la droga compromette indirettamente le tue funzioni mentali (per esempio disturbi dell’umore o paranoia)

8. Loss of tangibles: problemi concreti nella vita come perdita di soldi, del lavoro o venire incriminato o imprigionato.

9. Loss of relationship: compromissione delle relazioni con la propria famiglia e i propri amici.

10. Injury: quanto la droga aumenta la probabilità di causare danni fisici (sia diretti che indiretti) agli altri (violenza domestica, incidenti, trasmissione di malattie, etc.)

11. Crime: quanto l’uso della droga porta a un aumento del crimine (escluso l’uso della droga) sia diretto che indiretto nella popolazione.

12. Environmental damage: quanto la produzione di una droga causa danni ambientali

13. Family adversities: quanto l’uso di una droga causa problemi famigliari

14. Intarnational damage: quanto l’uso di una droga contribuisce a provocare danni internazionali (deforestazioni, mercati neri, etc.)

15. Economic cost: i costi che la droga causa alla nazione in termini di sanità, polizia, prigioni, etc.

16. Community: quanto una droga è causa di declino nella coesione sociale e nella reputazione della comunità

alcol fa male

Tutto questo per dire che l’alcol fa male quando sarebbe bastato pubblicare una foto di Mickey Rourke.

Mickey Rourke

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853