Coppie

Anche un uomo ha bisogno di attenzioni

Le donne necessitano di attenzioni. Vogliono le rose a San Valentino e tutti gli altri giorni dell’anno (“Ho bisogno di un uomo che mi sappia stupire” –> “Se ti confesso che mi scopo la tua migliore amica, ti stupisco abbastanza?”), coccole nei momenti in cui sono preoccupate e carezze quando voi invece vorreste solo copulare.

200019237-001

Ma anche i maschi sono vittime del proprio egocentrismo.

Me ne sono accorto ieri sera. Mi trovavo ad una sbronza di laurea e la festeggiata era ovviamente al centro dell’attenzione. Il fidanzato della laureata è un mio amico e ho provato tanta pena per lui. E’ difficilissimo star bene in una situazione in cui decine di sconosciuti più fighi di te baciano e abbracciano la tua ragazza per festeggiarla.

A farti soffrire non è solo una generica gelosia, ma il totale disinteresse che gli altri provano nei tuoi confronti.

Ecco quindi vari modi in cui può reagire un maschio quando viene ridotto all’anonimato:

  1. Ci prova con tutte. L’uomo umiliato sente la necessità di riaffermare la propria virilità. Per questo ci prova con tutte, compresa l’amica deforme della sua ragazza. Quando avrà finito di mulinare la sua lingua nella bocca di sconosciute selezionate a random, si guarderà attorno per controllare che almeno qualcuno lo stia guardando stupefatto.
  2. Si finge malato. Il ragazzo spaventato di fronte all’improvviso successo della propria fidanzata simula i sintomi della peste. Si contorce, schiuma bava verde e soprattutto si convince di essere davvero malato. Fingendo la morte imminente, spera di guadagnare un po’ di attenzioni.
  3. Litiga. La tua ragazza è al centro del palco e tu sei solo una comparsa. Devi reagire, fare qualcosa. Per questo molti maschi improvvisano una sceneggiata. Urlano, strepitano e rinfacciano. L’importante è che lei stia male. Perché se lo merita: ti ha appena rubato il ruolo del protagonista.
  4. Stanno sempre zitti. E’ una variante patetica del malato. Imitare gli autistici è il modo più rapido per far sì che qualcuno ti chieda: “Cosa c’è che non va?”. Il maschio allora si chiude in un mutismo monastico, pur di attirare l’attenzione dei pochi cretini che non capiscono come entrare in silenzio stampa durante una festa sia il modo migliore per rovinarla.
  5. Scappano. Li ritrovano un paio di giorni dopo a 50 chilometri di distanza. Hanno camminato senza sosta, pur di non sentirsi messi in secondo piano.

L’uomo, quando deve affrontare una situazione in cui non al centro dell’attenzione, va in crisi. Tuttavia non è vero che le uniche possibilità che abbiamo a disposizione rovineranno la festa delle nostre ragazze. Ce ne è anche una che renderà felici noi e tranquille loro.

  1. Ubriacarsi. Il maschio ubriaco si comporta esattamente come farebbe da sobrio: ci prova con tutte, si finge malato (occhio però: se sviene dentro una pozza del proprio vomito, sta male sul serio), litiga, rimane a lungo zitto e corre qua e là. Tuttavia non lo fa perché è invidioso della propria ragazza, ma a causa degli ettolitri di vino in cui sta annegando il suo cervello.

Ecco quindi cosa ci insegna il bisogno di attenzioni che colpisce ogni uomo messo in secondo piano:

  • I maschi e le femmine hanno paranoie e complessi molto simili, ma almeno le donne possono giustificarli con il ciclo;
  • Non invitate il vostro fidanzato alle feste di cui sarete protagoniste (matrimonio escluso);
  • Il mal di testa non esiste. E’ soltanto una scusa che gli uomini utilizzano per attirare l’attenzione e le donne per non scopare;
  • Il numero di problemi che crea l’alcol è inferiore solo a quelli che risolve;
  • Un fidanzato astemio è un fidanzato rompipalle.
WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog