Tipi umani

I 10 tipici casi umani che ti ritrovi sui gruppi di WhatsApp

I gruppi di WhatsApp sono diventati il nostro nuovo habitat naturale. Sembra quasi che organizzarsi prima della loro esistenza fosse un’impresa a dir poco impossibile, ma per quanto abbiano portato notevoli vantaggi in fatto di rapidità hanno creato allo stesso tempo nuovi mostri qui sotto amorevolmente descritti.

00

#1. L’amministratore

È colui che ha potere di vita e di morte sui membri della chat. Maniaco del controllo tende ad essere l’amministratore di tutti i gruppi di cui fa parte, fregiandosi con ostentazione del titolo di fondatore. Come sempre accade in questa benedetta vita non manca mai di trascendere costituendo gruppi per qualsiasi cosa, dal caffè casuale di una mattina al gruppo dove confida le sue sensazioni nell’attesa di affrontare il primo esame della prostata della sua vita.

#2. Il compulsivo

Il suo entusiasmo fuori luogo per la messaggistica istantanea rappresenta per la scienza un mistero ancor più affascinante del meccanismo dei numeri primi. È responsabile dei milioni di scampanellii che si sentono nelle strade di tutte le città. Il compulsivo non solo risponde come non ci fosse un domani ma è particolarmente abile a spezzare un messaggio i duecento pezzi diversi così da portare al collasso le sinapsi dei membri del gruppo.

#3. Il messaggero vocale

Colui che ha benedetto il cielo quando sono arrivati i messaggi vocali. Scrivere per lui è diventata una cosa oramai del tutto superflua. I suoi messaggi sono sempre, proprio per loro natura, o contornati da bestemmie o comunque conditi da sfumature sullo schietto andante. Memo: non aprire mai un suo messaggio vocale ad un primo appuntamento con una ragazza.

#4. Il latitante

Il latitante c’è e non c’è. È la figura misteriosa che aleggia come un fantasma nel gruppo senza farsi mai sentire. Una sorta di eminenza grigia che tutto sa e che nulla dice. O forse semplicemente uno che si è rotto i coglioni e non risponde più.

#5. La mamma

Caso clinico immancabile nei mitici gruppi famiglia, dove si condividono settecento milioni di foto al giorno che ritraggono nipotini appena nati mentre si vomitano addosso o concimano pannolini di carta con il loro abbondante letame. La mamma non solo sembra non conoscere qual è il limite penale del numero di foto che si possono inviare ma utilizza il gruppo anche per piazzare in mezzo qualche interminabile predica.

#6. Il pornomane

Il pornomane sembra non capire i diversi contesti che si presentano a seconda del gruppo in cui si sta scrivendo. I suoi contenuti sono unidirezionali e variano solo sull’asse del degrado. È capacissimo di condividere video di porn amputee nel gruppo della cresima della cuginetta, ça va sans dire

#7. Il pippone vivente

Il pippone vivente riesce a replicare nei gruppi di WhatsApp esattamente le stesse doti di pedanteria e pesantezza che lo contraddistinguono nella vita mondana. I suoi messaggi sono sempre lunghi più di trenta righe e hanno più subordinate della famiglia Agnelli. La conseguenza più ovvia è che non lo legge nessuno, oppure che viene platealmente mandato a fanculo, ma nulla lo fermerà, nulla lo fermerà.

#8. L’emoticon vivente

🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 😀 😯 😡 😛 👿 😈 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈 ❓ :mrgreen: ➡  :mrgreen: ➡ 🙂 🙁  😀 😯 😡 😛 👿 😈

#9. Il burocrate

Il burocrate è colui che si sente depositario del sacro galateo di WhatsApp: si incazza se qualcuno scrive in chat un messaggio che sarebbe stato più attinente in un altro gruppo, si incazza se si commettono errori grammaticali, si incazza se non si risponde entro un minuto; insomma, la tipica persona che è uno spasso alle feste.

#10.Lo spammer

Lo spammer è il motivo per cui avete 30 giga di memoria occupata da foto di Bocelli.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Seguici sull' INSTAGRAM dell'Oltreuomo

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog

OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853