Arte

El ojo del culo – esposizione di ani al museo Serralves

Al museo Serralves di Porto hanno inaugurato una mostra fotografica, El ojo del culo (l’occhio del culo), dove l’artista mostra dei primi piani di ani. Sulla carta è giusto perché l’arte fa quel cazzo che vuole. Deve stupire. E se non puoi stupire perché sei un miliardario che può permettersi di mettere su i Velvet Underground e comprare l’eroina a Basquiat, allora sei costretto ad aguzzare l’ingegno. Per esempio fotografando buchi del culo.

Ovviamente la rete è insorta inesorabile a tacciare quelle foto di estraneità all’arte, obbrobrio, il museo si mantiene con soldi pubblici e altri slogan che in qualche modo confermano la riuscita dell’opera.

Dovete sapere che oggi molti artisti riconosciuti utilizzano tantissime tecniche diverse, scultura, pittura, suoni, e via così. A chi nelle interviste domanda se siano stati loro a  realizzare concretamente l’opera rispondono che ‘la manualità non è una qualità apprezzata nel mondo dell’arte’. Questo riduce l’artista a uno che spara boiate seduto al tavolo del bar. E il bar è suo ma non ci lavora.

El ojo del Culo

L’esposizione El Ojo del culo, è riuscita a colpire e quindi ha vinto.

Oggi ci sono ancora artisti che mostrano due tette, una vagina e un pene sperando di incuriosire o addirittura di offendere. Allora youjizz è Damien Hirst. Suvvia.

Invece, le gigantografie di ani, ci proiettano immediatamente nel mondo della proctologia e ci fanno ridere pensando ‘che cazzo sto guardando’ e ‘guarda quella donna di mezza età che beve Franciacorta mentre fissa estasiata i peli del culo dell’artista’.

Questa mostra non ha mai avuto luogo, ma ne hanno parlato tantissimi magazine iberici e sud americani. La diffusione della notizia è stata tale che il museo Serralves ha dovuto lanciare un comunicato stampa in cui negava l’esistenza di El ojo del culo nella loro programmazione passata, presente e futura. Ed era il 2009. Ieri la bufala è tornata in auge.

Se volete vedere le foto che stanno facendo il giro della rete cliccate qui sotto. Se lo fate dichiarate di essere consapevoli che state per guardare dei buchi del culo in primo piano.

Veramente non fatelo se proprio non siete malati, fa schifo e si vede che è un fotomontaggio.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog