Cinema e TV

10 cose che dovresti sapere prima di fidanzarti con un cinefilo

Il cinefilo è un individuo che impiega il 90% per cento della sua vita psichica per immergersi nel mondo del grande schermo.

La sua passione diventa parte integrante della sua personalità, e per questo è necessario essere pronte a dover affrontare tutta una serie di comportamenti ossessivi quando ci si innamora di tale categoria. Vediamo quali.

Cinefilo

10 cose che dovresti sapere prima di fidanzarti con un cinefilo

#1. Al cinema non si limona

Niente da fare, neanche se la relazione si trova ancora agli inizi, quando la passione è prorompente. Il cinefilo doc non si permetterebbe mai di sconsacrare la sala cinematografica con tali bassezze, ma sopratutto non sarebbe disposto a perdere un solo frame della pellicola, neanche se le fa schifo. Perciò se rifiuta di baciarvi o fare petting tra le poltrone come siete abituate non è perché non vi trova attraente, è che trova molto più attraente lo schermo.

#2. Al cinema non si mangia

Mangiare snack, pop corn, M&Ms e simili è per il cinefilo un vero insulto a tutto ciò in cui crede. Già il suo sistema nervoso riesce a malapena a resistere alla voglia di compiere una strage tra coloro che sfacciatamente si ostinano a masticare con la bocca aperta in sala, se vi ci mettete anche voi non lamentatevi quando passerete la notte in ospedale con la mascella rotta.

#3. Al cinema ti devi sorbire i titoli di coda

Quello che per le persone normali è  il finale del film per un cinefilo è solo la fine del primo tempo. Questo perché deve assolutamente leggere i titoli di coda fino in fondo, così può sapere chi è l’assistente del responsabile dell’arricciacapelli del secondo assistente del fonico. A voi non vi resta che starvene sedute ad aspettare che la follia si dispieghi sino alla fine.

#4. La notte sta sveglio a guardare film

Dormire accanto a un cinefilo diventa un’impresa davvero impossibile. La notte infatti è l’unica parte del giorno in cui ha abbastanza tempo per guardarsi tre o quattro film. Volume al massimo, risate grasse se si tratta di commedia, rantoli disperati se un dramma; l’unica cosa che che potete fare è comprarvi un bel pacco gigante di tappi per le orecchie. Oppure soffocarlo nel sonno.

#5. Ogni suo discorso è un collage di citazioni di film

Se a volte i suoi ragionamenti vi sembrano sconnessi e le sue argomentazioni esageratamente teatrali sappiate che è dovuto al fatto che il cinefilo ha guardato così tanti film da non possedere praticamente più un’autonomia cognitiva. I suoi discorsi sono ormai così farciti di citazioni che non vi è più nulla di originale. Qualsiasi situazione della vita reale accende automaticamente nel cervello del cinefilo un link che rimanda a una scena che ha amato. È il suo modo per combattere la banalità della vita.

#6. Prima dell’uscita di un film che aspettava da tempo è iperstimolato

Avete presente l’eccitazione di un bambino la vigilia di Natale? Bene, moltiplicatela per un milione di volte e otterrete quella di un cinefilo alla notizia della prossima uscita dell’ultimo lavoro di Malick. Le settimane precedenti si aggira per casa come un ghepardo in cattività, in attesa di poter correre libero verso la sua essenza. È talmente iper stimolato che a volte è necessario obbligarlo a visioni ripetute di Alex L’Ariete o Troppo Belli per ridimensionare la settima arte nella sua mente.

#7. Riempie la casa di cassette e dvd

Avete presente Sepolti Vivi, quel programma sulle persone affette da disposofobia? Bene, il cinefilo soffre della stessa patologia, ma la sua compulsione si esprime solo nei confronti dei dvd e della cassette VHS. Certo, perché mica tutti i film sono stati convertiti nel nuovo formato su disco. Il risultato è che vi ritroverete confezioni di film ovunque: sul letto, sulla credenza, sulla lavastoviglie. I migliori rivestono la tazza del cesso con le locandine dei film che fanno cagare.

#8. Quando decidete di guardare un film insieme passate almeno due ore a cercare un film che non ha visto

“Questo l’hai visto?” “Si.” “E questo?” “Si, tre volte.” “E questo?” “Quattordici.” Questi è quello che accade ogni volta che bisogna decidere che film guardare insieme. A quel punto non rimane altro che trovar un compromesso. Lei si guarderà un film che non ha ancora visto, il cinefilo passerà il tempo a cercare tracce delle cineprese nei riflessi delle finestre.

Leggi anche cose che solo le coppie che non sanno decidere il film da vedere capiranno.

#9. Quando muore un attore o un regista che apprezza trascorre le serate a piangere chiuso in bagno

Una vera tragedia, non c’è nulla di peggio. Sappiate che quando muore qualcuno come Philip Seymour Hoffman dovete cercare di stare il più possibile accanto al cinefilo. Per lui è un lutto difficilmente superabile, anche perché ha passato molto più tempo in compagnia degli attori rispetto a qualsiasi altra persona. Sono loro i suoi migliori amici.

#10. Il suo look tende a ricalcare quello dei protagonisti dei film che ama

Infine sappiate che dovrete convivere con un fidanzato che un giorno vi si presenterà con una camicia a fiori sbottonata e pantalone bianco perché in pieno periodo Scarface, il giorno dopo in accappatoio perché in fase Lebowski, il giorno dopo ancora con berretto di lana e barba lunga alla Serpico. Quando parte la fissa per i Kolossal sull’antica Roma si parte col ricovero.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog