Coppie

5 indizi che dicono che sei ancora in buca per la tua ex

Ci sono diverse reazioni ad una rottura, alcune più morbide, altre decisamente più ardue e complicate da gestire. Tuttavia una cosa, di cui sono ormai sfortunatamente certo, è che c’è una fase all’interno dell’iter di post rottura che tutti abbiamo e che per alcuni diventa una trappola invalicabile. La fase del “Sono andato avanti. Sì, fidati, *tizio o tizia che tenta di rialzarmi da mesi*, mi sono ripreso e sono prontissimo per andare oltre”. Cazzate!

 

Cazzate, perché tu sei ancora a terra, sudato e senza fiato, che tenti di spingere su quelle braccette ormai sfiancate provando invano a rialzarti per guardare di nuovo tutto ciò che desideri. Ed è qui che ti accorgi dell’inghippo. Tu stai lottando, stai cedendo ma resisti, stai soffrendo giorno dopo giorno e nel momento in cui si prospetta la possibilità di rimettersi in piedi, di ricominciare a vivere, l’unica cosa che vorresti vedere è la faccia della stessa persona che sul quel sentiero poco battuto ti aveva schiacciato a terra.

 

Tornando ad essere meno astratti e più concreti, quali sono gli indizi, i gesti, le consuetudini e i pensieri che dovrebbero farti capire che non sei ancora andato oltre anche quando millanti di essere ormai libero dal fardello di pressione psicofisica che ti attanaglia?

zac

#1 Ascoltare Musica deprimente.
Tu lo sai, ma non lo vuoi ammettere. Sai che ascoltare ancora dopo mesi a ripetizione canzoni come Say Something, Time after time, una scelta a caso dalla discografia degli 883, o ancora Let Her Go, o come ciliegina sulla torta Infinito di Raf non ti fanno uscire da questo cronico ed insistente martirio. Lo sai, e un po’ te ne vergogni aumentando l’ansia che pesa sulle tue stanche meningi, ma continui senza sosta incurante del sangue che scorre.

 

#2 Gli stessi Luoghi
Farai sempre finta di esserti perso, di non aver capito il posto in cui ti stavi dirigendo e matematicamente finirai in quella strada del primo bacio, della prima volta o nel luogo in cui sei caduto colpito dal suo “No”. Consciamente non vorrai farlo, ma anche millantando un superamento, fino a che inconsciamente tornerai tristemente a quei giorni, ci sarai dentro più di Sir Mormont cavaliere della Friendzone.

 

#3 I sogni
Da sveglio sei forte, resistente, non ci pensi. Non appena chiudi le palpebre stanche, dopo un’intera giornata piena zeppa di impegni per evitare di rimanere fermo a pensare a lei, ti ritrovi il suo volto difronte e magari, nelle giornate più buie, la trovi accanto a quel simpaticone che ha cominciato ad uscire con lei. Non serve dirvi che questo non fa benissimo alla gastrite incessante e alla depressione dilagante.

 

#4 Le foto
Non sei ancora minimamente andato avanti, se nella tua stanza o in casa tua, ci sono ancora foto integre di voi due. Se quelle foto non sono a pezzettini o bruciate dentro ad un cestino come farebbero quei salutisti Made in USA, allora mi spiace amico o amica ma non sei ancora oltre.

 

#5 Le Uscite
Se dopo mesi o addirittura anni, ti ritrovi ancora a pensare a lei/lui ad ogni posto che visiti o che vedi, allora possiamo dire con quasi millimetrica certezza che non sia propriamente una cosa lasciata nel dimenticatoio. Questo succede con i posti visitati insieme, ma anche con quelli nuovi, in cui a detta tua “Si sarebbe divertita/o tantissimo!”

 

Insomma, ci sono milioni di modi con cui il tuo cervello spinge sulla tua visione conscia della vita, cercando di farti capire quanto ancora sei fottuto dentro la tua bolla di tristezza e malinconia. Grazie al cielo siamo abili illusionisti, e soprattutto siamo facilmente influenzabili. Un’accoppiata che se sviluppata al meglio potrà portare alla fine del tunnel non proprio del divertimento. Nel frattempo, vi auguro Buona Fortuna, ne avrete bisogno!

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog