Moda

Scopri la tua personalità in base al colore di ‘sto cazzo di vestito

Figata la storia del vestito. Ci ha fatto scoprire che in giro è pieno di daltonici, allucinati e persone che non hanno un cazzo da fare se non discutere dei propri problemi oculistici. Il grande insegnamento di questa storia però è un altro, e cioè che ognuno vede le cose come vuole. Una grande morale a cui non sareste mai arrivati senza confrontarvi sulla tinta di un vestito che, indipendentemente dal colore, fa pure schifo.

Affascinato dalla singolare grandinata di cazzate scritte sul #dressgate, ho redatto una decina di profili psicologici basati sulle varie opinioni che sono state espresse sul famoso abito. Trova il tuo e scopri che tipo sei.

vestito-colore

#1. Il vestito è verde

Verde speranza. Sì, la speranza di non avere mai a che fare con una persona come te. Non riesci a scindere la realtà dalle tue fantasie, sei completamente pazzo e tutto sommato meglio averlo scoperto così che non attraverso una crisi psicotica.

 

#2. Spock

Se ti chiedi come faccia internet e perdersi dietro al colore di un abito nei giorni in cui muore il mitico Mister Spock, la tua diagnosi è di nerdismo acuto. Ora hai l’impressione di non capire il mondo,ma tranquillo, appena la storia dell’abito sarà passata e verrai di nuovo ascoltato mentre parli dei tuoi telefilm di fantascienza, sarà di nuovo il mondo ad avere l’impressione di non capire te.

 

#3. Il vestito è color fumo di Londra e blu cobalto

Sei un perfezionista. La tua mania per la definizione più esatta e stringente di ciò che ti passa sotto gli occhi si applica a tutto, perfino alle scemenze che trovi su Facebook. Auguri, ti aspetta una bella vita.

 

#4. Cos’è ‘sta cosa del vestito?

Se non hai ancora sentito parlare del #dressgate, sei un asociale patentato, perché la foto del vestito ormai la conosce chiunque abbia più di mezzo amico su Facebook.

 

#5. Il vestito è brutto

Se la tua principale preoccupazione non è dire al mondo di che colore è il vestito, ma quanto faccia schifo, allora sei un artista. Perché solo gli artisti riescono a trascendere dai punti di vista particolari per dare al loro messaggio significati universali. Oppure sei gay.

#5. Voglio quel vestito!

Sei una malata di shopping. Non ti interessa conoscere le cose, ma solo averle nell’armadio. L’aspetto figo è che col fatto che sono almeno due le tinte che vengono associate all’abito, spendendo l’equivalente di un vestito puoi averne praticamente due.

 

#7. Il vestito è viola e nero

Hai nell’animo quel pizzico di follia che ti impedisce di accettare la vulgata per cui il vestito è blu e nero. No, tu non accetti le opinioni stereotipate perciò sostituisci il blu con un eccentrico viola. Sì, sei sicuramente un tipo originale. Oppure solo un rompipalle.

 

#8. Il vestito è bianco e oro

Il tuo profilo psicologico è quello del pecorone. Qualcuno ti ha detto che il vestito era bianco e oro e sì, tutto sommato ti è sembrato che avesse ragione. Avesse detto che il vestito era bordeaux con pois color merda ti avrebbe convinto comunque. Diciamo che non hai una personalità particolarmente forte e tendi a fare ciò che ti indicano gli altri. Perciò, se corrispondi a questo profilo, mandami una mail: ti darò un IBAN a cui credo dovresti fare un lauto bonifico.

 

#9. Il vestito è blu e nero

Grande. Hai l’opinione più comune riguardo ad un argomento di cui parlano tutti sul social network più diffuso del mondo. Sei un tipo originale, insomma.

 

#10. Non me ne frega un cazzo

In un mondo di svitati, tu sei quello che si trova nella situazione peggiore: quella del sano di mente.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso
OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853