Scuola

Portare a letto un neolaureato: la moda dell’estate

Voi ridete ma in questo momento c’è gente che si sta laureando. Aule magne con gli affreschi roridi di sudore sono gremite di professori, studenti e parenti che puzzano come il demonio, tutti protesi verso le incomprensibili parole deliranti dell’esaminato. Il laureando, ancora pochi istanti e la sua vita cambierà per sempre, da studente a zavorra sociale.

Ma prima di passare al lato oscuro della vita lo aspetta l’estate. Un’estate come quella di maturità solo più corta, più libera e più spendacciona. Fidatevi di me, se vi state chiedendo chi sia il candidato ideale per il vostro flirt estivo, vi assicuro che la risposta è il neolaureato.

Ecco perché.

neolaureato

Perché ha le tasche piene dei soldi che gli ha dato sua nonna.

 

Perché la rivoluzione meritocratica non è dare alle persone più preparate i lavori migliori, bensì dare loro le tipe più fighe.

 

Perché è talmente ubriaco che ogni giorno si dimentica di te come Drew Barrymore in 50 volte il primo bacio.

 

Perché ha almeno un vestito decente con cui portarti fuori a cena.

 

Perché ti piace la spiaggia e lui è pallido come la sabbia delle Mauritius.

 

Perché potete giocare al dottore. Non al medico, proprio al dottore. Quello di qualsiasi facoltà che cerca lavoro e deve abbassarsi a soddisfare richieste oscene per ottenere uno stage.

 

Perché chi si deve ancora laureare parla solo di università, chi lavora parla di lavoro, lui invece non ha niente da dire e allora ti tromba.

 

Perché puoi usare la sua tesi per schiacciare le zanzare. Sì, è per questo che si fa una copia anche per la commissione.

 

Perché durante l’estate puoi collezionarne uno per ogni facoltà e scambiare i doppioni con le tue amiche.

Perché è come quei bastardini che hanno subito una storia di maltrattamenti, quando provi ad accarezzarli si ritraggono ma hanno tanto amore da dare.

 

Perché se si è laureato significa che è più duro di tutti gli esami che ha sostenuto.

 

Perché ormai non puoi più finire nel suo papiro.

 

Perché l’uso della laurea come carta da culo è ormai cliché, usarla per pulirsi dopo l’amplesso è invece un utilizzo inedito.

 

Perché quando se ne andrà dall’Italia avrai qualcuno che ti ospita all’estero.

 

Perché così fai contenta tua mamma.

 

Perché se gli tiri il pene ripete tutta la discussione di laurea.

 

 

Se nessun motivo ti ha convinta fallo per beneficenza ma ti prego, vi prego, questa estate prima di farvi portare in spiaggia a limonare, prima di fare petting, prima di salire in camera, in tenda, in macchina o nel cesso di un regionale senza aria condizionata, assicuratevi che il vostro partner si sia appena laureato.

Post patrocinato dal ministero della pubblica istruzione.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog