Viaggi

Le 6 persone con cui non andare mai in vacanza

E’ presto per pensare alle ferie. Ma non è mai troppo presto per decidere con chi non intraprendere un viaggio. Esistono compagni di vacanza che sanno trasformare 10 giorni di relax in un’esperienza tipo Shining. In breve vi ritroverete accucciati in uno sgabuzzino dell’ostello, mentre il vostro odiato compare di viaggio setaccia tutte le stanze, cercandovi e ululando il vostro nome. In questo post l’Oltreuomo vi consiglia con chi NON andare mai in vacanza.

compagni di viaggio

Dal film Midnight in Paris

Ecco con chi NON dovete MAI andare in vacanza:

1. L’amico pigro

Come andranno le cose con l’amico pigro lo si capisce già al momento di programmare il viaggio. Mentre voi proponete un ostello e l’attitudine suicida di Into The Wild, lui piega le mutande dentro al trolley e vi annuncia che non partirà se non gli troverete un hotel ad almeno 3 stelle. Lì resterà per tutto il corso della vacanza. Al massimo si recherà nella birreria più vicina. Qui, mentre fuori inizia la movida notturna, vi costringerà a guardare con lui il secondo tempo di un match della Serie B inglese. Nonostante tutto, due ragazze carine vi si avvicineranno comunque. “Venite con noi in discoteca?”. Mentre voi sprecate istanti preziosi a pensare se vi siete ricordati di mettere un preservativo nel portafogli, lui vi precede e risponde: “No, figuratevi. Ora andiamo a letto.” La vacanza con un amico pigro è il modo più sicuro per lasciar scadere i Durex.

2. La fidanzata acculturata

La fidanzata acculturata viaggia sempre con in mano una Lonely Planet. Il suo obiettivo è aprire la guida nelle pagine delle foto e poter esclamare, a fine vacanza: “Sono stata dappertutto!”. Mentre voi passeggiate per cogliere l’atmosfera della città, lei vi trascina dentro chiese orrende, musei sulle armi del ‘600 e la casa in cui da ragazzo ha cagato Goethe. Fatica a distinguere un dipinto impressionista da uno di Picasso, ma la pala dell’altare del duomo di San Liborio proprio non può perdersela. Il dramma, con lei, è dover imitare il suo stesso entusiasmo per cose di cui non ve ne frega nulla. Un enorme sacrificio che non vi colpirà solo durante la vacanza, ma in tutta la vita di coppia.

3. Lo sconosciuto soprammobile

Lo sconosciuto è l’amico dell’amico che, per qualche motivo, avete accettato si unisse alla comitiva. E’ un terno al lotto. Talvolta si rivela una persona adorabile, con cui condividerete la tazza del water mentre vomitate la sbronza della prima notte di vacanza. Più spesso vi accorgerete di esservi fatti carico di un’ameba. Privo di personalità, lo sconosciuto assiste impassibile a qualsiasi cosa facciate. Non interagisce, non propone, spesso non respira neppure. La tattica è quindi dimenticarlo nel deposito bagagli della stazione e recuperarlo, intatto e ancora inanimato, a fine vacanza.

4. La fanatica capricciosa

La fanatica capricciosa è una bambina di 27 anni che fa di tutto perché la spingiate sotto il primo treno della metropolitana in arrivo. Il suo fanatismo può riguardare gli aspetti più vari. Magari vuole passare almeno 3 ore al giorno a cercare il magnete per il frigo da regalare alla nonna. Oppure è una nazi-vegana che mangia solo radici e vi impedisce di azzannare un hamburger. Ma può trattarsi anche di quella che ha le vertigini e quindi non solo lei, ma nessun altro può salire sulla Tour Eiffel: la farebbe sentire “diversa”. La fanatica capricciosa si distingue proprio per voler imporre al resto del gruppo i propri capricci. Ciò che lei non fa per scelta personale, gli altri non devono farlo per obbligo. E’ lei il virus egocentrico che intende sabotare la vostra vacanza. Fermatela.

5. L’esperto

L’esperto è già stato nel luogo della vacanza. Aveva 18 mesi, ma sua madre gli ha raccontato tutto. Per questo si nomina capo della spedizione. Pretende di decidere gli itinerari, cosa fare e dove andare a mangiare. Fa con le vostre Lonely Planet ciò che i datori di lavoro cinesi fanno con i documenti dei loro operai: li sequestrano, così da tenere in ostaggio gli sventurati. Con l’esperto non si può discutere, ma solo dargli diversi gradi di ragione compresi tra il “Molto” e il “Totalmente”. L’unica speranza per levarsi dalle scatole questa rogna è accoppiarlo con la fidanzata acculturata. Il loro rapporto naufragherà presto dentro un Museo di Arte Contemporanea, ma forse avrete salvato la vostra vacanza.

6. I suoceri

Esistono suoceri che comprendono bene la differenza tra “gentilezza” e “invadenza”. Nel fortunato caso in cui vostra suocera sia ancora viva, ciò non è possibile. Per questo arriverà il giorno in cui vi inviteranno in vacanza con loro. Scordatevi di rifiutare, la prenderebbero malissimo. E comunque si sono offerti di pagare per voi. Inizia così l’incubo della vacanza con i suoceri, che è un po’ come farla con i vostri genitori, solo che non potete dire “ca**o”. Sarà un percorso ad ostacoli tra l’imbarazzo delle conversazioni di cortesia e quello di scopare la vostra ragazza nella camera a fianco a quella in cui dormono i suoi genitori. L’aspetto positivo di questo genere di vacanza è che a un certo punto finisce.


In definitiva durante una vacanza può capitare di tutto: perdere l’aereo, farsi derubare da un teppista, contrarre l’ebola. Ma ogni disagio può essere superato. Gli unici problemi che non possiamo risolvere sono quelli di chi viaggia con noi.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso
OLTREUOMO
© Creative Commons
Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853