Tecnologia

Gli unici valori che ho nella vita sono quelli di PES

L’amore, la famiglia, la mamma, la patria, il lavoro, la religione sono, nel 2012, suppellettili anacronistiche destituite di qualsiasi significato. Una volta, quando si ipotizzava potesse esistere, aveva forse un senso pregare Dio, ma oggi. Dai! Non fate i cretini! Al cospetto del fallimento del classico sistema di valori occidentale, la risposta arriva dal Giappone. Pro Evolution Soccer, PES per i seguaci, PES per noi.
Proprio come le migliori religioni susseguitesi sul globo terracqueo PES è fonte di coesione e di discordia tra i suoi membri. Offre soluzioni e causa problemi ai suoi adepti. È una verità del cuore che hai o non hai, non ci si può accedere con la logica.
Qui di seguito i 30 comandamenti di PES.

1)     Gli unici valori che ho nella vita sono quelli di PES
2)     Non avrò altro Dio all’infuori di PES.
3)     PES è meglio del tuo Dio.
4)     PES è la vita, il resto è noia. No! Non ho detto gioia.
5)     L’arbitro cinese è una merda.
6)     Se, mentre giochi a PES, ti chiama la fidanzata, lasciala!
7)     Chi fa tutto con il singolo giocatore non sa giocare.
8)     Un gol di merda vale come qualsiasi altro gol.
9)     Non esiste NESSUNA ragione valida per interrompere una partita di PES.
10)  Chi passa davanti allo schermo durante una partita di PES sarà linciato su pubblica piazza.
11)  Se metti pausa quando il tuo avversario è in possesso palla, devi morire.
12)  Il settaggio della formazione è un rito sacro nel culto di PES che va rispettato dai suoi adepti.
13)  Messi è illegale. Se rosso è una bestemmia.
14)  Se scegli il Barcellona dicendo che è perché “ti trovi bene” sei una merda.
15)  Bestemmiare durante le partite di PES dona un senso alla parola “Dio”.
16)  La prima partita è sempre di prova.
17)  Se riavvierete una partita che state perdendo, perderete per sempre la dignità.
18)  Le statistiche dei match vanno sempre salvate e stabiliscono ufficialmente il più forte.
19)  PES è meglio del sesso.
20)  A volte il fuorigioco non c’è.
21)  Se sai difendere solo con scivolate da ultimo uomo la prossima la giochiamo con l’arbitro cinese.
22)  La vittoria ai rigori non conta nulla.
23)  Le statistiche di fine gara sono il rifugio dei perdenti.
24)  Chi vince resta.
25)  PES si accompagna con birra e pizza.
26)  L’università serve a giocare a PES.
27)  Un joypad dura mediamente un mese prima di essere danneggiato dai ripetuti lanci contro il muro.
28)  Le donne non sono ammesse ai tornei di PES.
29)  Le vostre madri e le vostre sorelle non vi sentono mentre giocate.
30)  Alla domanda “ancora una e poi chiudiamo?” la risposta è “sì” per tutta la notte.
WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog