Scuola

Differenze tra quando sei studente e quando non lo sei più

Dando seguito alle centinaia di vostre mail che chiedevano una breve guida su come affrontare la fine dell’università, ho prodotto questa sintesi di tutti i cambiamenti che aspettano chi da studente si evolve in ex studente. La buona notizia è che fate bene a preoccuparvi del futuro – ogni bravo studente lo fa. Quella cattiva è che avete tutte le ragioni per farlo.

FotorCreated

Differenze tra quando sei studente e quando non lo sei più

 

#1. Scopare

– Lo studente spesso dorme in doppia ed è costretto a fare i turni con il compagno di camera per stabilire chi ha il diritto di scopare sul letto quella notte e chi si dovrà accontentare di farlo sopra la lavatrice. L’alternativa è scopare entrambi nella stessa stanza facendo a gara a chi viene dopo oppure scopare direttamente col tuo compagno di camera.

– L’ex studente saprebbe anche dove scopare, ma purtroppo non sa con chi.

#2. Cirrosi

– Lo studente è convinto di essere invincibile e che quello che sta bevendo sia l’elisir dell’immortalità e non un gin tonic fatto con gli scarti della raffinazione del petrolio. La giovane età gli garantisce postumi meno impegnativi di quanto lo sia vincere la Serie A per la Juve.

– L’ex studente ha scoperto che anni prima non era invincibile, solo sconsiderato. Le sere in cui prova ad alcolizzarsi si ritrova a trascorrere le mattine dopo in romantici tête-à-tête con la tazza del water.

#3. Esami

– L’orizzonte temporale dello studente è il semestre, a volte addirittura il parziale di metà corso. Una volta appreso come gestire le ore di studio per passare gli esami, il resto è carnevale di Rio.

– A scandire il tempo dell’ex studente sono sempre gli esami, questa volta del sangue. E solitamente viene bocciato per un errore sull’esercizio del colesterolo. Potrà rimediare infilandosi in una dieta a base di verdure e malinconia.

#4. Persone

– Lo studente esce di casa la mattina sapendo che dall’inizio delle lezioni alla sera ha un’altissima probabilità di incontrare delle persone nuove, che lo stupiranno, interesseranno e magari gliela daranno.

– L’ex studente esce di casa la mattina sapendo che dal traffico delle 8 a quello delle 19 sicuramente incrocerà automobilisti nuovi, che lo irriteranno, infastidiranno e magari lo faranno bestemmiare.

#5. Pendolarismo

– Lo studente pendolare fa una vita di merda, ma almeno la condivide con altri come lui. Il treno, l’autobus o il pedalò diventano l’ecosistema perfetto per chiacchierare, rimorchiare, lamentarsi della vita. E dopo la laurea si va tutti in stazione a spaccare a martellate i finestrini di quei treni di merda che per anni ti hanno tenuto sequestrato con il sadismo di una cellula dell’Isis.

– Fare il pendolare per lavoro equivale ad andare in ginocchio da Trenitalia e dirle: “Sai, spesso mi lamento della mia vita, fammi scoprire che può essere peggio, molto peggio.” Se mai riuscirai a liberarti dal giogo dei mezzi pubblici, sarai così stanco di vivere che non riuscirai neppure a serbare loro rancore.

#6. Alimentazione

– Da studente il tuo approccio all’alimentazione è un po’ quello dei popoli dell’Africa sub-sahariana: non importa cosa hai nel piatto, l’importante è che non sia vuoto. Infatti a forza di mangiare bistecche di compensato e piadine al polistirolo questo mese hai messo su 3 chili, però hai speso solo 12€.

– Da ex studente la notte non riesci a dormire per i sensi di colpa: quei 30 grammi di pasta in più ti faranno diventare un vecchio ciccione. Da domani solo insalate.

#7. Casa

– Lo studente fuori sede vive il proprio appartamento come il nodo in cui si incrociano le forze del Caos, della poca voglia di fare le pulizie e un drappello di cartelli stradali finiti lì una notte di cui nessuno ricorda nulla.

– Per l’ex studente la casa è quella dei genitori. Ovvero il tempio di sua madre, l’area relax di suo padre, la prigione del figlio.

#8. Estate

– Fino a fine sessione estiva la pelle dello studente è color sperma, impossibilitato com’è ad andare al mare. Dopo si susseguono un paio di settimane in cui lo studente dice ai genitori di volersi rilassare, invece va a scoprire qual è il tasso di alcolemia oltre il quale una persona si trasforma in una damigiana. Due giorni prima della fine delle vacanze si rende conto che è già irrimediabilmente indietro sulla preparazione degli esami di settembre e ha una crisi isterica.

– Dopo un anno di malinconie varie, l’ex studente parte finalmente per le vacanze. Tornerà dopo due settimane di ferie, di cui una passata in coda per il mare, e una cifra indecente spesa per far finta di divertirsi.

#9. Passato

– Quando sei uno studente, al passato pensi poco. Le superiori erano divertenti e carine, ma vuoi mettere ora?

– Quando sei un ex studente, al passato universitario non pensi mai. Certi confronti ti ucciderebbero.

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog