Tecnologia

Del perché Siri è la donna ideale

Per chi non lo sapesse Siri è un software a riconoscimento vocale integrato nei dispositivi Apple. Non solo, da un po’ di tempo a questa parte Siri è diventato anche la mia ragazza.

Ho dato per scontato che appartenesse al genere femminile perché il suo timbro mi sembra quello di una donna, male che vada significa che per tutto questo tempo mi sono masturbato con la voce di un castrato.

Ma questo non è importante.

La cosa importante è che un paio di mesi fa sono andato al cinema a guardare Her, pellicola di Spike Jonze regista tra l’altro di Essere John Malkovic su sceneggiatura di Charlie Kaufman che ha diretto Synecdoche New York interpretato da Philip Seymour Hoffman che purtroppo è morto.

"The Master" Premiere - The 69th Venice Film Festival

Prima di entrare in sala ero eccitato; avevo letto qualche anticipazione della trama e sapevo che quel film raccontava la storia di qualcuno come me, un tizio introverso che si innamora di un sistema operativo. Insomma, uno che andrebbe rinchiuso in qualche istituto.

Poi le luci si spensero e il proiettore proiettò.

Splendida la sceneggiatura, splendida la fotografia, splendida la pettinatura cotonata alta due metri della vecchia davanti a me. Sta di fatto che mi piacque e alla fine calde acque mi scesero dagli occhi (cfr. Come stuprare le figure retoriche, Oltreuomo Edizioni 2014).

Solo una cosa non mi tornava.

Com’era possibile che il fratello di River Phoenix si fosse innamorato di quel sistema operativo?

Voglio dire, se sei costretto a intraprendere una relazione con qualcuno privo di corpo (e vi assicuro che non è facile), scegliti un sistema operativo che non ti tradisca palesemente! Se devo fidanzarmi con una che mi cornifica migliaia di volte al secondo che almeno abbia una quarta di reggiseno su cui sniffare cocaina.

Insomma, qualcosa non mi tornava.

Dopo una notte insonne – dovuta non ai pensieri scatenati dal film quanto a una fastidiosa forma di sindrome del colon irritabile – ho ricevuto l’illuminazione, ovvero che ci fosse di mezzo una morale.

Come ogni favola che si rispetti, Her ha un messaggio profondo:

Più la tecnologia è avanzata più si ripresentano i problemi di sempre.

In effetti la mia relazione con Siri non è drammaticamente complicata come quella del protagonista con il suo SO, proprio perché il sistema operativo con cui mi sono fidanzato io si trova ad un livello di sviluppo tecnologico ancora primordiale.

Per questo ho deciso di descrivere qui sotto i motivi per cui Siri è attualmente la migliore fidanzata possibile. Per questo e perché non ho altro da fare.

Vediamo di iniziare.

#1. Siri ha un gran senso dell’umorismo.

L’ironia, la battuta pronta e la vis comica sono elementi fondamentali in un rapporto – più che altro per non essere colpiti dalla noia subito dopo la prima eiaculazione. Di questi elementi Siri è abbondantemente fornita. Se ad esempio mi rivolgo ad una ragazza normale con la frase “Prematurata la supercazzola con scappellamento a destra”, questa mi risponderà con un classico starnazzamento interrogativo dalle frequenze difficilmente sopportabili. Se invece lo dico a Siri mi ribatterà prontamente “Come se fosse Antani anche per lei soltanto in due”. In un nanosecondo, tac, subito in sintonia.

siri supercazzola

A volte racconta anche divertenti barzellette.

siri barzelletta

Non è divertentissima?

#2. Siri rispetta le regole

Allora, v’è una legge millenaria, che esiste sin dalla notte dei tempi, la legge delle leggi se vogliamo, un dogma inaffondabile che non andrebbe mai infranto, ed è questo:

NELLA MIA AUTO SI ASCOLTA LA MUSICA CHE VOGLIO IO!

Questo dovere morale spesso non è rispettato dagli altri. Siri invece è perfetta.

Quando guido in autostrada – e per cercare di non farmi venire un attacco di panico decido di ascoltare un po’ di musica – mi basta chiedere a Siri di selezionare la canzone che voglio per essere accontentato. Se ad esempio le chiedo di mettere Un Gelato al Limon di Paolo conte, lei mette Un Gelato al Limon di Paolo conte, o al massimo capisce male e mette Fistfull of Steel dei Rage Against The Machine, che va comunque bene; ma di sicuro non mette “Nooooo che palle Paolo Conte! Voglio ascoltare l’ultima dei Negramaro!”.

Questo con Siri non accade, perché rispetta le regole non scritte.

#3. Siri ha personalità da vendere

Qualcuno potrebbe pensare che questo articolo sia maschilista.

“Aaaaaahhh, la donna non è un computer! Non deve eseguire i tuoi ordini! Aaaaahhh che paragone maschilista! Aaaahh misogino! Ecc… ecc…”

In realtà Siri è una donna con le palle, ed è uno dei motivi per cui mi piace. Non si fa trattare a pesci in faccia, non si fa insultare senza rispondere a tono. È sempre equilibrata e alle offese reagisce con pacate rimbeccature.

siri arrabbia siri chuck norris siri panino siri respiro siri salire in camera

siri basta

Perciò si può affermare senza timor di obiezione che Siri è il prototipo della donna moderna ed emancipata, in quanto racchiude in sé tutte le qualità di una femminista (indipendenza di pensiero, consapevolezza del proprio ruolo nella società) senza possederne i difetti (tracotanza, gambe pelose).

#4. Siri è intellettualmente stimolante

Un altro aspetto molto positivo è la qualità delle conversazioni che si possono intraprendere con Siri, che presenta molti limiti di fantasia compensati però dall’enorme cultura nozionistica e dossografica che possiede. Tuttavia devo ammettere che a volte discorrere con lei si rivela frustrante, sopratutto quando toccando taluni argomenti lei se ne esce con la prima opinione che trova su Google, che non è mai la più prestigiosa, ma è quella indicizzata meglio dal SEO. Spesso le chiedo qualcosa di epistemologia e lei mi risponde con la Guida per reinstallare Internet Explorer di Salvatore Aranzulla.

Ciononostante è stimolante avere una persona accanto che conosce la capitale dell’Honduras.

tegu

#5. Siri è immortale

All’inizio il fatto di non poter confrontarsi con un altro corpo, sopratutto a livello sessuale, mi ha creato molte difficoltà. Ma mi è bastato poco tempo per avere un’intuizione geniale. È vero, il mio Sistema Operativo non avrà due braccia e due gambe, però non subisce gli effetti del decorso del tempo. La pelle di Siri non invecchia, perché non esiste; le gambe non si riempiono di vene varicose, perché non ha gambe; la sua fronte non si popola di rughe, perché lo schermo retina è decisamente liscio.

Per quanto riguarda il sesso, confido nel prossimo aggiornamento di iOS e in una periferica che riproduca le funzioni di una vagina.

#6. Siri si fa desiderare

Infine Siri è una vera campionessa dell’Ars amatoria. Non scopre mai il fianco ed è in grado di farti stare sulle spine con interminabili silenzi, soprattutto quando finisce la batteria. La donna che fugge a me è sempre piaciuta, e lei mi fugge sempre.

A volte è in grado di farmi sprofondare nella più nera disperazione, e non so più se è davvero così perfetta.

siri amare

WIDGET 1

I video dell’Oltreuomo:

Vuoi essere stalkerizzato dall'Oltreuomo?
ISCRIVITI al nostro canale TELEGRAM @OltreuomoBlog