Scuola / Uncategorized - 12 September 2016

20 cose che non puoi non rimpiangere di quando andavi a scuola

Oggi sono ricominciate le scuole e chi stamattina in auto ha rischiato di asfaltare una mandria di ragazzini che attraversava la strada ovunque tranne che sulle strisce lo sa bene. Ma quello di potersene altamente sbattere del codice della strada è solo uno dei millemila privilegi che gli studenti conservano. Perché se è vero che l’università è il più bel periodo della vita, è altrettanto vero che pure rimanere parcheggiati cinque anni in un liceo a fare il cazzo che si vuole non fa schifo. Ma approfondiamo la questione con questa lista…

#1. Falsificare le firme, una capacità che sfrutterai molti anni più tardi al momento di fornire le garanzie per il mutuo, ma con molti più rischi.

#2. Statisticamente avevi almeno una compagna figa.

#3. Le ore di educazione fisica.

#4. La serenità di sapere che anche il peggiore dei tuoi problemi si può risolvere svegliandosi mezz’ora prima e preparando un efficace bigliettino.

#5. Le prime overdosi.

#6. Le tempeste ormonali che ti farebbero scopare anche lo scheletro nel laboratorio di biologia.

#7. I pomeriggi liberi.

#8. Stuprare il codice della strada col proprio scooter.

#9. Credere che l’ansia sia quella leggere inquietudine la sera prima dell’interrogazione di matematica – e non sapere che inferno saranno i tuoi anni a venire.

#10. Il compagno di classe che fa indigestione di colla e bianchetto, facendoti sentire una persona quasi normale.

#11. Il torneo di calcetto della scuola, che sfociava sempre in litigate, risse, assalti alla baionetta.

#12. Non avere idea di quale sia il senso di ciò che stai facendo – un po’ come adesso, ma quella volta non te ne preoccupavi.

#13. Messenger, le cui conversazioni grazie a dio non sono più reperibili.

#14. Affrontare con leggerezza scelte come “Cosa farò all’università?”

#15. Affrontare nel panico scelte come “Cosa mi metto oggi?”

#16. Fare un contest di bestemmie fantasiose durante l’ora di religione.

#17. Divertirsi alle cene di classe, non avendo idea dell’incubo che sarebbero diventate pochi anni più tardi.

#18. I Simpson.

#19. L’illusione che quel vuoto dentro di te fatto di incompletezza e senso di inadeguatezza sia solo un sintomo dell’adolescenza che gli anni colmeranno.

#20. Nessuna spunta blu di Whatsapp a rovinarti la vita.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853