Cinema - 3 October 2016

Motivi per cui tua nonna vorrebbe ti sposassi con Pablo Escobar

Mia nonna paterna si chiamava Violata – bella sfiga, direte – (aka Viola) ma era una ragazza del ’26, quindi un tipa pratica, dai consigli spicci, che sciorinva mentre curava l’orto con stivaloni da pioggia, che avrebbero urlato “levate sciocca” ad Alexa Chung e i suoi hunter boots a Glastonbury.
Un giorno mi disse: “Studia poco, sposati da giovane, con uno ricco, anche non tanto bello“.

Sarà che la mia idea di storia d’amore si avvicina di più a modelli come Andrej Bolkonskij e Nataša Rostova di Guerra e Pace o Mr o Mrs Potato di Toy Story, ma i consigli della mia ava li ho sempre snobbati ed arrivata al giro di boa del quarto di secolo ho iniziato a fare le mie riflessioni ed ecco, che ho capito, dopo una maratona della serie Tv “Narcos”, che mia nonna avrebbe approvato, El Patron:

narcos

 

Pablo Emilio Escobar Gaviria (si immaginatelo detto con l’accento americano, da bocca impastata con la moquette, post sbornia di Murphy

 

1)Non è un narcotrafficante, ma un giovane imprenditore, che comprendendo le possibilità di sviluppo di un’abitudine rurale colombiana come la masticazione delle foglie della coca, è divenuto esportatore di un prodotto naturale e nazionale.
Al pranzo di Natale, con la famiglia riunita saprete esattamente cosa rispondere e nonna capirà la sua professione, non come quei Life coach, P.r. o Trendsetter (che poi sarà un lavoro?)

 

2) Non dovrete più preoccuparvi dell’economia della casa. Quando farete shopping su ebay, per avere la spedizione gratuita, non vi salirà la spendig review alla Monti e non acquisterete per 1,30euro, perdendo un capolavoro della letteratura marchigiana:”Comunisti nel dopoguerra, militanti nel Piceno”

 

3) Differenzia i suoi affari: inizia con un mercanteggio di lapidi, sigarette di contrabbando, biglietti della lotteria falsi e servizio di taxi. Non si può dire che non si dia da fare.

 

4) È un filantropo, sognatore e ambizioso: uomo attento alle tematiche sociali della sua città. Costruisce ospedali, interi barrios, vuole diventare Presidente della Colombia per tutelare(si) dalle ingiustizie… mmh… non so dove l’ho già sentita.

 

5) Ha delle proprietà immobiliari, l’Hacienda Napoles era solo una delle tante. L’investimento nel mattone è quello che le nonne hanno sempre compreso ed approvato, non come quelli dei banner “Ehi ciao vuoi conoscere, un metodo segretissimo, di come ho fatto i fantastiliardi in 3 minuti? ”

 

6) “Patrón, coma mierda malparido, hijo de puta”, sostanzialmente sto imparando lo spagnolo. Ok, forse nonna questo non lo approverebbe e direbbe “as smies un cartuné”, che sarebbe l’antenato del camionista in piemontese, però nonna… sai, per sentito dire, il dirty talking in certe circostanze non è sgradevole.

 

7) Ha una sua dimensione morale, religiosa un po’ deviata e cafona: tradisce, uccide, ha deliri di onnipotenza, però insomma, è un brav’ uomo, brucia i miliardi per scaldare i figli, cura tutte le esigenze materiali.

 

8) Il denaro è meglio della povertà, anche se solo per motivi finanziari“, poi qualche compromesso in una coppia è necessario, lo dice anche il signore che pago 82 euro a seduta.

 

9) È un mix tra un hipster e Maradona (con cui pare abbia giocato a calcio nella Catedral) : baffi alla Tom Selleck, camicie inchiavabili, maglioncini alla Wes Anderson e Lotto ai piedi, ma almeno non ammorba con la sua cultura pseudo artistica e intellettuale.

 

Che poi, sinceramente ho iniziato a guardare “Narcos”solo perchè la voce di Wagner Moura aumenta la mia temperatura basale.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853