Cinema / Tipi umani - 5 February 2017

Gli effetti collaterali del cinema sulle persone

Cosa c’è di più bello che passare il proprio tempo libero al cinema? Lontano dalla realtà, ma allo stesso tempo dentro una realtà diversa, nuova, privata, senza nessun tipo di disturbo… almeno fino a quando non si incontrano questi “soggetti”.

cinema

#1. L’esperto è quello che si prepara prima di andare al cinema come se dovesse affrontare un esame universitario. Arriva al cinema conoscendo già tutto del film che sta per guardare: trama, attori, regista, autori, colonna sonora… Conosce morte e miracoli e non si trattiene dal farlo sapere a tutti. È quello che canticchia disturbando il vicino, quello che anticipa tutte le battute… quello che il film forse lo ha già visto (a meno che non conosca il regista)!

 

#2. Il deluso è quello che va al cinema per trovare conforto. Deluso da tutto e tutti decide di rifugiarsi in una sala buia, sprofondare nelle poltrone del cinema e godersi quello che gli offre una realtà parallela, quello che probabilmente non troverà mai nella realtà.

 

#3. Il “fissato” è quello che si fa coinvolgere così tanto dal film che una volta uscito dalla sala vorrebbe rientrarci immediatamente per fare caso ai dettagli che ha tralasciato. È quello che, una volta a casa, si informa su ogni minimo particolare, quello che finisce per sognare anche di notte ciò che ha visto, quello che continua a parlare per giorni dei personaggi (nemmeno fossero amici suoi) e a cantare per giorni la colonna sonora… quello che finisce per confondere la realtà con la finzione.

 

#4. Il “criticone” è quello che va al cinema conoscendo già cosa non gli piacerà. Per lui, andare al cinema è solo la conferma del fatto che di quel film bastava vedere il trailer. È quello che disturba il vicino con commenti, borbottii e magari anche qualche bestemmia unicamente per esprimere il proprio dissenso.

 

#5. Il “sognatore” è quello che vorrebbe una vita da film. È un deluso che non ha mai smesso di sperare. È quello che cerca nei film quello che non trova nella realtà. Il cinema per lui è fonte di ispirazione. E anche se non avrà mai una vita da film, non importa, potrà sempre passare alla pellicola successiva.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853