Politica - 20 November 2013

Ecco a voi il primo sosia professionista di Kim Jong Un

Un residente di Hong Kong di nome Howard ha deciso imitare professionalmente il leader nordcoreano Kim Jong Un, una trasformazione raccontata in questo video del canale britannico Barcroft TV. “La chiave per imitarlo è assumere sempre un’espressione infelice e insoddisfatta”, racconta Howard. “Quello sguardo è il suo marchio di fabbrica.”
Howard ha inventato una bella gag: si reca nei consolati sud-coreani o americani e chiede asilo politico.

Howard dice che tutti si girano quando cammina per strada, che molte persone lo pagano per presenziare ad alcuni eventi nelle vesti di Kim e che alcuni sono davvero convinti sia il leader nord-coreano, infatti gli chiedono di poter fare una foto con lui.

Al di là di tutte le considerazioni che si possono fare non c’è alcun dubbio che qui siamo di fronte ad uno dei mestieri più belli del mondo. Difficilmente riesco a pensare ad una professione più divertente. Fare il Papa forse.

Sta di fatto che comunque non mi convince lo sguardo infelice e insoddisfatto come marchio di fabbrica. Il vero Kim Jong Un in realtà ride quasi sempre, va sui dischi volanti e sembra incarnare la versione sbarazzina di suo padre.

North Korean leader Kim Jong-un looks at the latest combat and technical equipments, made by unit 1501 of the Korean People's Army, during his visit to the unit

Eccolo in posa per uno scatto che lo ritrae con nuovi armamenti (REUTERS/KCNA)

(new.com) Eccolo invece con Rodman godersi una partita

(new.com)
Eccolo invece con Rodman godersi una partita

Perciò il nostro Howard dovrebbe darsi di più alla bella vita, al basket, al Jet set, ai cappelli di paglia, per diventare un sosia professionista in tutto e per tutto.

via washingtonpost.com

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853