Cinema - 26 January 2017

Come capire il carattere di una ragazza in base al suo cartone animato Disney preferito

I cartoni animati Disney hanno formato la nostra psiche molto più dei cinque anni di scuole elementari. Anche perché abbiamo passato i cinque anni delle elementari ad immedesimarci nei personaggi Disney, quindi è abbastanza naturale che le cose si siano avvitate su se stesse. Ma i cartoni sono tanti e la loro influenza sul nostro cervello ancora informe varia da film a film. Vediamo quindi come cartoni diversi hanno creato donne diverse.

imho

#| La Sirenetta

La ragazza forgiata da Ariel è bipolare – e c’è ben poco da stupirsene visto che chi le ha dato un’anima è un essere metà donna e metà pesce. Purtroppo questo ha ricadute anche nella vita sessuale, infatti proprio come Ariel aveva la parte superiore figa e quella inferiore con la coda di pesce, così la donna che ne deriva è esteticamente bellissima ma arrivati al dunque gli uomini si tirano indietro. Non è ancora chiaro se ciò avvenga a causa del carattere imprevedibile o perché ha la vagina che puzza di trota.

 

#| Mulan

La tipica donna che si sente un uomo. Adotta comportamenti virili quali l’estrema competitività e l’arte della spada. Questa ragazza fa per te se ti piacciono le donne forti o le orientali. Niente battute sui papà perché purtroppo il suo è stato ucciso dagli Unni.

 

#| Aristogatti

La gattara che su Facebook pubblica solo foto dei propri animali domestici. Ma attenzione, questa donna non è banale quanto la sua bacheca potrebbe lasciar suppore. Infatti ha gusti musicali raffinati (ama fare il jazz, halleluja) e un senso estetico che rimanda alla belle époque. Per intenditori.

 

#| Bianca e Bernie 

Gran topa, ma di nicchia: infatti è l’unica ad aver guardato quel film.

 

#| Pocahontas

Una sfascia cuori. È lei la donna che Pezzali ci descrive nella regola dell’amico, quella che viene adorata dalla sua compagnia di amici ma poi non gliela dà. Infatti la ragazza-Pocahontas, dopo essersi lisciata per bene i suoi compari di una vita, andrà sempre con quello di un’altra compagnia, possibilmente avversaria di quella da cui proviene. Nei casi più estremi è attratta dallo stesso tizio che vuole darle alle fiamme la casa. (Attenzione! Pericolo tendenze vegan: sostiene che sua nonna sia un albero).

 

#| Lilli e il Vagabondo

Sdolcinata fino allo schifo quando vuole limonarti col gioco dello spaghetto. Che poi quando vi mettete la lingua in bocca vi scambiate il bolo a vicenda.

 

#| Aladdin

La donna formatasi con Aladdin è attratta dai bad boys, quelli che le sgommano sotto casa col tappeto volante e si drogano fino a vedere geni blu. È la tipica ragazza di buona famiglia che la sgancia al parvenu di turno tutto cappellini buffi e amici scimmie. Un tantinello megalomane, infatti crede che il mondo sia suo.

 

#| La spada nella roccia

Complessi di inferiorità a palate. D’altra parte è cresciuta con un cartone animato che non comprendeva protagonisti femminili – pregando dio non abbia preso spunto da quella sclerata di Maga Magò. Anche dal punto di vista sessuale problemi su problemi, visto che si è sviluppata credendo che le cose che si ficcano da qualche parte siano destinate a rimanerci per sempre, almeno fino a quando arriva un ragazzino a cavartele fuori. Le donne cresciute con i film di von Trier stanno meglio.

 

#| Alice nel Paese delle Meraviglie

La tipica fattona che durante l’ennesimo trip di LSD si mette a parlare con gatti inesistenti e si prende male guardando un semplice mazzo di carte francesi. Non fatevi ingannare dal suo look classico, la donna formatasi con Alice nasconde i peggio deliri. Unico vantaggio: ‘sto coniglio bianco di cui tanto parla sarà anche un parto del suo cervello sbandato, ma almeno la costringe ad arrivare puntuale.

 

#| Il Re Leone

La donna che vuole stare col più figo della compagnia. Se sei grasso come un facocero o poco prestante come Timon, lascia perdere. Lei avrà anche poco carattere, ma sa benissimo cosa vuole. Che poi poco carattere il cazzo, visto che col solo potere della fregna costringe il suo maschio alfa a rinunciare agli amici per lei.

 

#| Biancaneve e i Sette Nani

Eccola qua la reginetta della festa. Ci sono donne che amano circondarsi di amici maschi, tendenzialmente sfigati, solo per il gusto di avere una corte di esseri a loro inferiori che le amino e riveriscano. Queste donne da piccole guardavano Biancaneve e hanno deciso che invece di provarci con un figo è meglio avere tanti sfigati che ci provano con te. Ridono in faccia alle vegane ben conoscendo gli effetti collaterali della frutta.

 

#| Robin Hood

Anche la ragazza cresciuta a pane e Robin Hood non si sente protagonista della sua vita. Ma invece che dal bullo della compagnia è attratta da quello sovversivo. Insomma, quando incontri una figlia di borghesi in un centro sociale sai di che cartone animato parlarle.

 

#| Cenerentola

E buongiorno che le donne vanno pazze per le scarpe – non è ossessione, ma paura di perderle, quindi meglio averne tante paia a disposizione. A parte questo la donna cresciuta con Cenerentola si sente maltrattata dalla vita e ritiene tutte le altre ragazze delle stronze puttane senza possibilità di redenzione. Possibilità che invece ha lei, qualora incontrasse il principe azzurro. Come riconoscerlo: le regala scarpe.

 

#| La Bella e la Bestia

Vi siete mai chiesti perché alcune ragazze – bellissime, intelligentissime, simpaticissime – si mettono con dei rutti viventi? È la sindrome di Bella, che vede la bellezza in un cesso e finisce per darla a un uomo “sudato che farebbe schifo a un piede”. Ovviamente la vita non è un cartone della Disney, quindi dopo un decina d’anni di fidanzamento questa donna si accorge che invece che alla Bella e la Bestia avrebbe fatto meglio ad ispirarsi a Sex and the City.

 

#| Peter Pan

La peggiore. Mai che riesca a prendersi una cazzo di responsabilità. Io facevo sul serio con te! “Eh, ma io ho ancora voglia di bambinate.” Ma perché la fai annusare a tutti? “Ma quella è la scia di Campanellino.” Ma almeno ti piaccio? “Solo fin quando non arriva Peter.” Così finisce che ti senti stronzo come Capitan Uncino e stupido come Spugna.

 

#| La Bella Addormentata

“Come sarebbe che ti piaccio? Non me ne ero mai accorta.” Segue rapida analisi della tua persona. No, non sei tu il principe azzurro – e ritorna a dormire.

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853