Oltreuomo Docet / Uncategorized - 16 February 2017

8 cose che hanno irreparabilmente rovinato le donne

Ma vi pare possibile che nel 2017 uno debba scrivere un post come questo in forma anonima per non rischiare di essere linciato pubblicamente dalle vestali della morale e della dignità femminina? Eppure negli Stati Uniti ha vinto Trump, tutto dovrebbe essere lecito. Al di là delle mie preoccupazioni, quello che segue è un semplice ottalogo che proverà a cimentarsi nell’ardua impresa di ricostruire le cause principali della rovina della donna. Ovviamente si scherza, è un post ironico, che va preso come tale, ma il fatto di dover fare questa precisazione mi fa cadere in una terribile depressione dalla quale non ne uscirò se non tra cinque minuti.Credo sia comunque il momento di iniziare ciò che è stato promesso.

00

#1. IL PICCOLO PRINCIPE

Cosa ha fatto del Piccolo Principe il libro preferito di tutte le donne di questo pianeta? Forse il fatto che fosse rivolto ai minori di 10 anni? Non lo sappiamo; quello che sappiamo è che siamo stufi di vedere ritratti di quell’efebico ragazzetto biondo impiastricciare tutte le bacheche esstenti, da quelle dei social a quelle dell’universitài; una specie di Justin Bieber conciato come un rappresentante della nobiltà agli Stati Generali, che, se esistesse giustizia, farebbe la stessa fine dei suoi compagni del secondo stato.

Insomma, tutte queste amorevoli frasette sull’amicizia, l’amore e la vita vanno benissimo per chi non ha ancora fatto un solo giorno di lavoro in vita sua, e non fanno altro che rompere l’anima a noi maschi che dobbiamo fare finta di apprezzarle quando ci vengono citate da qualcuna con cui vogliamo andare in gol.

#2. SEX & THE CITY

Proprio l’altra sera mi sono ritrovato in una stanza d’albergo con un televisore talmente empatico nei miei confronti da togliermi l’ansia della scelta dei programmi da vedere: prendeva solo Paramount Channel. Mi sono visto così tre puntate di seguito di sto Sexenddesiti. C’è una tizia bionda che la dà tutti, una rossa che è incinta ma la dà a tutti, un cavallo biondo che la dà a tutti e una tizia mora che sembra suora ma in realtà la dà a tutti, e nonostante ciò l’unica cosa che le donne sembrano aver assimilato da sto programma pieno di buchi di sceneggiatura è l’ossessione per le scarpe.

#3. AUDREY HEPBURN

Audrey Hepburn, il punto di riferimento di tutte le millenials è la cosa peggiore che potesse capitare alle donne. Questo cinismo da quattro soldi del personaggio mentale impersonificato dall’attrice, quest’aria svagata e fredda, questa celebrazione dell’anaffettività che va tanto di moda, all’inizio può far sorgere qualche sorrisetto di narcisistica soddisfazione nel volto delle donne che vi si identificano, ma nel tempo non può portare ad altro che a suicidarsi con barbiturici in un monolocale affittato a cedolare secca.

#4. LE BALLERINE

Sono brutte. Esaltano i polpacci, che vanno esaltati meno di un giudice di X Factor. Rovinano la figura femminile. Uccidono le erezioni.

#5. INSTAGRAM

Per essere felici basta fare le seguenti cose: leggere, imparare un’arte, essere gentili con gli altri, che è esattamente l’opposto di quello che fanno le donne con Instagram.

Ah, è non dite che vale lo stesso per gli uomini, gli uomini con Instagram si masturbano anche.

#6. LIGABUE

Ligabue ha creato questa orripilante specie di fangirl capaci di andare ai suoi concerti indossando bandane. Si, avete capito bene: bandane. Bandane, storie di provincia, cori di provincia, leggera puzza di white supremacism, ascelle pezzate: questi sono gli ingredienti di un concerto del Liga, ingredienti che hanno influenzato le donne rendendole delle redneck sdentate ma nella provincia italiana.

Ah e non dimentichiamo la bandana.

#7. LA GRAMMATICA

Questa storia delle donne che non escono con un uomo che scrive cose tipo “se avrei” ha rotto il cazzo. Primo perché è falsa, in quanto il sesso femminile, come l’altro sesso, scopa volentieri anche una persona che non conosce l’alfabeto, basta sia di bell’aspetto. Secondo perché è da depensanti, in quanto concentrarsi su un errore di grammatica snobbando il contenuto nel suo totale è uno dei più grandi sintomi di ignoranza esistenti, peggio di pulirsi il culo con uno spazzolino da denti od essere fan di Calciatori Brutti.

#8. RYAN AIR

Si sa che la donna ha la mania dei viaggetti, non per interesse culturale, non per spirito avventuriero, non per progressismo illuministico; la donna ama viaggiare per dirlo alle amiche (a voce o attraverso foto sui social, è indifferente). Perciò sta moda dei voli low cost non ha fatto altro che alimentare il male, è come dare mangime infinito ai piccioni di piazza San Marco fino a farli esplodere ed imbrattare coi loro resti le procuratie.

 

 

ATTENZIONE!!!

Non usare questo articolo fuori dal contesto di questo blog, i nostri lettori sono allenati a comprendere un linguaggio che altrove potrebbe venire frainteso

La discussione è regolata dalle seguenti Policy.

Comments

comments

OLTREUOMO
© Baobab Media S.r.l. - Loc. Pasina, 46 - Riva del Garda
P.IVA: 02388400224 - Codice fiscale: 02388400224
Capitale Sociale: € 10.000 - Numero REA: TN-220853